Genova

A Genova prosegue il progetto "per ogni bambino nato un bambino salvato"

2 minuti di lettura

16/09/2013

Cosa è l’UNICEF lo sanno tutti. Cosa sia la Pigotta, non è detto. È la bambola di pezza realizzata con materiale di recupero. Ogni bambola è un'opera d'arte unica, frutto dell'amore e della fantasia di tante instancabili volontarie UNICEF che ogni giorno, con il loro impegno permettono risultati straordinari.
 
Il 7 settembre 2013, alle ore 15, in municipio, il sindaco di Castiglione Chiavarese, Giovanni Collorado - con il presidente Franco Cirio e il segretario del Comitato provinciale di Genova per l’UNICEF Maria Adelaide Pellicci - ha consegnato le pigotte di benvenuto alle mamme e ai neonati del suo paese.
 
Questa iniziativa si realizza in tanti comuni della nostra provincia: Casarza Ligure, Chiavari, Rossiglione, Pieve Ligure, Camogli, Recco, Sori, Bogliasco, Uscio, Lavagna.
 
Il progetto "per ogni bambino nato un bambino salvato prevede l'utilizzo del ricavato dell'offerta minima di 20 euro a Pigotta per l’acquisto del kit completo di vaccinazione contro le malattie killer che sono sei: difterite, pertosse, morbillo, poliomielite, tetano, tubercolosi. Esse mietono ancora tante vite tra i bambini nei Paesi in via di Sviluppo

«I comuni della provincia sono 67 – ricorda Franco Cirio - all’appello manca ancora qualcuno. Sono certo che anche grazie a questa iniziativa del sindaco Collorado crescerà sempre di più la platea di adesioni al progetto».

16/09/2013

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama