Livorno

I colori del gioco a Livorno

2 minuti di lettura

11/05/2012

Il Comitato provinciale per l'UNICEF di Livorno, sempre attenta ai bisogni dei bambini di tutto il mondo, ha realizzato un progetto denominato "I colori del Gioco", diretto alle scuole primarie.

Nella scuola e nel mondo dello sport, possono verificarsi atti di microbullismo e discriminazione tra i bambini nonchè spiccate simpatie per il mondo degli estremisti del calcio che spesso si rendono protagonisti negativi della domenica sportiva.

Alla luce di questi argomenti è stato presentato un progetto che, basato sulla Convenzione ONU dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, aiuti il bambino ad una riflessione su argomenti quali bullismo, razzismo e tifo violento.

Gli insegnanti, ma anche la Federazione Gioco Calcio e il Coni, sono fortemente allarmati per il dilagare della violenza nella scuola e nel mondo sportivo, il progetto fornirà gli strumenti cognitivi necessari ai bambini per poter riconoscere le situazioni a rischio e rispondere consapevolmente al problema.

Il progetto "I colori del gioco" si articolerà in 5 ore per ciascun argomento trattato: Convenzione ONU sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza; Antibullismo; Antirazzismo; Tifo Violento; Fair Play.

Sono state coinvolte alcune classi delle scuole "Maria Ausiliatrice", "De Amicis", "S.Spirito", "Benci", "D’Azeglio", "Bini", "Gramsci", "Razzauti", "Rodari".

Al termine degli stage formativi i bambini, circa n. 400, in collaborazione con gli insegnanti, esporranno disegni e componimenti in una mostra didattica tesa a far conoscere il loro pensiero alla cittadinanza e che sarà inaugurata il 18 maggio presso la nuova sede del Comitato Provinciale di Livorno in Via G. Maria Terreni n. 2, dal Sindaco di Livorno, difensore dell’infanzia.

11/05/2012

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama