Perugia

Inaugurazione del Baby Pit Stop alla Galleria nazionale dell’Umbria (Perugia)

2 minuti di lettura

27/06/2018

27 giugno 2018 - Oggi presso la Galleria Nazionale dell’Umbria, a Perugia, sarà inaugurato il Baby Pit Stop promosso dall’UNICEF, un’area dedicata all’allattamento e alla cura dei bambini. Saranno presenti il Direttore della Galleria dott. Marco Pierini, Manuela D’Alessandro Responsabile UNICEF Italia del Programma Ospedali e Comunità amici dei bambini e Iva Catarinelli, Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Perugia.

La Galleria Nazionale dell’Umbria si aggiunge ad altre strutture museali (Scuderie del Quirinale, Musei Civici di Venezia, Museo degli Uffizi, la Reggia di Caserta)  che  ospitano  Baby Pit Stop UNICEF, condividendo l’idea che i Musei, luoghi di cultura per eccellenza, di crescita formativa e cultuale della persona, siano anche servizi attenti alle esigenze della comunità, in particolare dei più piccoli. 

Allattare un bambino è un gesto semplice e naturale che le donne dovrebbero poter fare ovunque, anche se a volte risulta difficile. I “Baby Pit Stop” sono spazi promossi dall’UNICEF appositamente pensati per le mamme e i loro bambini.  Un’area dove le mamme possono gratuitamente allattare e cambiare il pannolino ai propri bambini, il tutto in un ambiente riservato e accogliente.  Il termine pit stop è in uso nella Formula 1 e indica un’area di sosta per il rifornimento veloce di carburante. Il Baby Pit Stop per le mamme e i bambini è invece un’area allestita dove è possibile “fare il pieno di latte” e il cambio del pannolino.

Il Baby Pit Stop è un servizio gratuito a disposizione di chiunque abbia necessità di accudire un bambino.

La promozione dei Baby Pit Stop rientra tra le iniziative realizzate dall’UNICEF nell’ambito del Programma “Insieme per l’allattamento - Ospedali e Comunità amici dei bambini” per garantire i diritti sanciti dalla Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, in particolare l’art. 24 che tutela il diritto alla salute.

27/06/2018

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama