Pisa

Cascina (PI) per l'educazione alla legalità e alla non discriminazione

2 minuti di lettura

11/06/2013


Si è tenuta giovedì 23 maggio 2013 la giornata conclusiva di “Educare alla legalità", iniziativa promossa dal Comune di Cascina (PI) e realizzata in collaborazione con il Comitato provinciale per l'UNICEF di Pisa, l'Ordine degli Avvocati di Pisa, Libera, Amnesty International, ARCI-Pisa e l'associazione Bhalobasa.

Il Comitato UNICEF di Pisa ha proposto nell’ambito di questo programma un laboratorio dal titolo: “Io Come Tu - Tutti uguali davanti alla vita, tutti uguali di fronte alle leggi”, dal nome della campagna dell'UNICEF Italia contro le discriminazioni nei confronti dei minori di origine straniera nati in Italia

I laboratori hanno coinvolto alunni di varie scuole: le primarie “Giovanni Bosco”, "Galileo Galilei", "Collodi" di Musigliano, San Frediano e San Casciano, le secondarie “G. Pascoli”, "Luigi Russo", "Don Gnocchi" di San Lorenzo alle corti e “Duca d’Aosta” dell'Istituto Comprensivo "Fabrizio De André" di Cascina. 

Quest'ultima scuola ha partecipato al progetto proposto dall'UNICEF, incentrato sulla conoscenza della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dall’adolescenza, con particolare riferimento al principio generale (art. 2) della non discriminazione

Il laboratorio, articolatosi in più giornate, ha affrontato i concetti di: responsabilità, diritto, consapevolezza e discriminazione, per contribuire all’acquisizione da parte dei ragazzi di un’ottica di superamento di ogni tipo di stereotipo.

A rappresentare le istituzioni c’erano il sindaco di Cascina, Alessio Antonelli, il prefetto di Pisa, Francesco Tagliente, i rappresentanti delle forze dell’ordine, che assieme a Elisabetta Baldi Caponnetto, moglie del magistrato Antonino Caponnetto, hanno accolto l’arrivo della Carovana antimafie 2013, che in questi giorni ha fatto tappa nella provincia di Pisa.

11/06/2013

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama