Pisa

In beneficienza a UNICEF e Regione Toscana l'intero budget del Premio Corpo Guardie di Città ripristinato all'ippodromo di San Rossore (PI)

3 minuti di lettura

07/04/2022

Giovedì 7 Aprile, l'ultima giornata di corse al galoppo all’Ippodromo di San Rossore, è stata caratterizzata dal Premio Corpo Guardie di Città a cui è per tradizione legato un evento benefico, organizzato nell’Ippodromo pisano con il sostegno di numerose realtà del territorio.


Immagine di repertorio della corsa ippica con indicazione dei fruitori delle donazioni (UNICEF e Regione Toscana)

Dopo due anni di stop il Premio è tornato, con questa edizione n.16 anche se, a causa della guerra in Ucraina e della ripresa dei contagi, è stata rimodulata l'organizzazione dell’evento benefico. Così “Il budget destinato alla realizzazione dell’evento benefico – dichiara il Presidente del Corpo Guardie di Città, Mariano Bizzarri Ollandiniè stato interamente devoluto in beneficenza e, dopo la cerimonia delle premiazioni, sono stati virtualmente consegnati due assegni: uno alla Regione Toscana per contribuire alla spedizione di medicinali e apparecchi medicali per l’Ucraina con un treno merci, di ben 15 vagoni, in partenza Venerdì 8 aprile da Prato, Interporto della Toscana Centrale, e un altro al Comitato Provinciale per l'UNICEF di Pisa per sostenere l’UNICEF nelle sue azioni, in Ucraina e nei paesi confinanti, a supporto delle gravissime e impellenti necessità degli oltre due milioni di bambini ucraini, privati di casa, famiglia, amici, scuola e spesso anche feriti nei dissennati attacchi bellici”.


Nella foto da sinistra: Simone Romoli, Responsabile Area Pisana Confesercenti Toscana Nord; Mariano Bizzarri Ollandini, Presidente Corpo Guardie di Città; prof Giuseppe De Benedittis, Presidente Comitato Provinciale UNICEF Pisa; dr. Emiliano Piccioni, Direttore Generale ALFEA Spa Ippodromo San Rossore;
Renzo Castelli, scrittore – giornalista.

L’azione di UNICEF costituita da prodotti (medicine, acqua potabile, cibo, vestiti, kit scolastici, giocattoli) ma anche da supporti psicologici, cerca di tamponare la situazione in cui piccoli e giovani Ucraini si sono venuti a trovare: si può a malapena immaginare quale sia il loro stato d’animo, dopo aver assistito a episodi di violenza, aver perso i propri cari e aver dovuto lasciare la casa, la scuola e gli amici, in modo così improvviso e drammatico.

Il Comitato UNICEF di Pisa ringrazia il Corpo Guardie di Città e il suo Presidente (“Siete la dimostrazione del cuore grande della Toscana” ha scritto di loro Antonio Mazzeo, Presidente del Consiglio Regionale) per la loro generosa e sincera adesione ai programmi e interventi di UNICEF. “I mille euro offerti dal Corpo Guardie di Città per donare 50 bambole Pigotte ai bambini delle scuole, faranno sì che, adottandole, i bambini e le loro famiglie accoglieranno e potranno essi stessi farsi promotori del messaggio di solidarietà e pace che esse portano. Ci auguriamo altresì che anche altre realtà del territorio ne possano trarre stimolo e ispirazione”, ha dichiarato Giuseppe De Benedittis, Presidente del Comitato Provinciale per l'UNICEF di Pisa.

Il Comitato UNICEF di Pisa ricorda inoltre che chi volesse partecipare con donazioni, di qualsiasi importo, potrà utilizzare, con causale “Emergenza Ucraina”, l’Iban IT16Q0103014000000004018837 intestato a Comitato italiano per l'UNICEF Fondazione Onlus/Comitato di Pisa o con carta di credito tramite la Rete del Dono: https://www.retedeldono.it/it/comitato-unicef-pisa/emergenza-ucraina.

C’è poi un altro modo per aderire: in alcuni negozi di Pisa e della Provincia, anche grazie alla collaborazione di Confesercenti, sono ospitate bambole Pigotte® UNICEF, tutte realizzate da volontarie, che aspettano di essere adottate (con un’offerta di 20 €). Anche quei proventi andranno, in questi tempi, a favore degli interventi di UNICEF a favore di bambine, bambini e adolescenti ucraini.

07/04/2022

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama