Potenza

A Baragiano (PZ), in vista della Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, l'UNICEF incontra i bambini dell’Istituto Comprensivo “ M. Carlucci “

3 minuti di lettura

18/11/2021


Mercoledì 17 novembre, dalle 9,30 alle 12,30, ho incontrato,in qualità di presidente del Comitato provinciale Unicef di Potenza, le classi terza e quinta della scuola primaria di Baragiano. Mi sono emozionato e divertito per l’ascolto, la partecipazione, la maturità dei bambini e dei ragazzi che ho incontrato e delle loro maestre,  sensibili, attente e professionali.

Ho cominciato con la terza e mi hanno accolto le insegnanti Angiola Figliuolo e Michela Sabatella e una ventina di bambini e bambine, distanziati, con le mascherine, e con tanta voglia di raccontarsi.

Con l’aiuto di un video ho presentato l’UNICEF e la sua missione nel mondo per ribadire che “ Un bambino è un bambino, non è un giocattolo, non è una sposa, non è un soldato…un bambino non dimentica e sa perdonare…”. Poi con Rocchina, Maria, Diego, ho fatto vedere e toccare la zanzariera, le pillole per rendere l’acqua potabile, il centimetro per misurare il polso dei piccoli per valutare il loro grado di malnutrizione, il plumpynut , l’alimento terapeutico UNICEF: cioccolato, nocciole e vitamine che il neonato denutrito ciuccia e piano piano comincia a piangere, perché prima non ne aveva la forza. Con la classe terza abbiamo ragionato del diritto all’ascolto e i bambini hanno raccontato la capacità di ascolto dei genitori, dei nonni e delle nonne, delle maestre e del diritto all’accoglienza, ricordando un loro compagno immigrato che ha imparato con loro la lingua italiana, ha fatto amicizia, è cresciuto ed è, purtroppo, partito per il Canada con la famiglia da qualche settimana.



In quinta la maestra Daniela Gliubizzi, che opera con le docenti Dina Faruolo e Nunzia Marino, docente di religione per tutte le classi, ha preparato sui banchi i quadernoni di ciascun alunno con i disegni per il calendario regionale 2022 dell’UNICEF regionale e, a turno, tutti mi hanno raccontato il percorso sulla difesa dell’ambiente che portano avanti da due anni: la raccolta differenziata, i percorsi con Legambiente Basilicata.

 

Scuola amica UNICEF offre alle scuole percorsi per l’ approfondimento degli obbiettivi dell’Agenda 2030 e i ragazzi e le ragazze di quinta mi hanno descritto il mondo che vogliono vivere da grandi: un mondo pulito, senza guerre, capace di preservare le bellezze della natura.



Con gioia le due classi hanno aderito alla campagna natalizia di solidarietà e hanno osservato con attenzione i gadget UNICEF esposti nell’atrio della scuola e li hanno prenotati.

Ringrazio di cuore, a nome di tutti i bambini del mondo che l’UNICEF assiste, le famiglie, i ragazzi e le ragazze, le insegnanti, il personale non docente e il dirigente scolastico Lorenzo Rispoli perché mi hanno dato la possibilità di vivere al meglio la Giornata Mondiale dell’infanzia del 20 novembre.

Mario Coviello 

18/11/2021

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama