Potenza

Avis San Fele (PZ) con la scuola contro la violenza sulle donne

3 minuti di lettura

28/11/2019

28 novembre 2019 - Mi chiamavo Giulia Lazzari, ho lottato tra la vita e la morte per 10 giorni, ricoverata in coma in ospedale dopo essere stata strangolata da mio marito. Avevo 23 anni ed ero mamma di una bambina di 4 anni”. Con Giulia i ragazzi e le ragazze della scuola media di San Fele, con le professoresse Sabrina Fezzuoglio e Giovanna Colangelo, hanno letto in piazza a San Fele le storie di Noemi Durini e Federica Mangiapelo, il 25 novembre 2019, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

E un alunno ha gridato: “Come si fa a spiegare che l’amore ha un solo significato e non ha sinonimi come possessione… L’amore è come una piuma che si posa sul cuore senza far rumore. Se lascia un livido è semplicemente un’ossessione che travestita bene vi vuole ingannare…” E i più piccoli della scuola primaria con le insegnanti Maddalena Girardi e Carmen Graziano hanno alzato al cielo cartelloni con la scritta “Stop alla violenza sulle donne...”.

E’ stata l’Avis di San Fele, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Atella “Plesso di San Fele” e la Parrocchia Santa Maria della Quercia, che ha organizzato l’evento. E’ stata anche inaugurata la “Panchina Rossa”, simbolo della lotta contro la violenza di genere. L’Avis con la scuola ha voluto porre l’accento su un tema così delicato e attuale e sottolineare il duplice valore che assume la parole sangue: “Il sangue tragicamente versato da tante donne e il sangue come dono, segno dell’amore per gli altri”, come ha sottolineato la Presidente Avis, Carmelina Mecca.

Nonostante la pioggia, la comunità è accorsa per prendere parte all’evento insieme all’ Amministrazione Comunale , che ha patrocinato la manifestazione, alle associazioni, alla Croce Rossa, alla Protezione Civile
Gruppo Lucano, e all’Avis Provinciale Basilicata con la sua Presidente, Elena Nolè, che ha voluto essere presente e sostenere un progetto così importante.

All’ inaugurazione della panchina è seguita la Santa Messa al termine della quale i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado hanno condiviso le riflessioni e i lavori svolti in classe sul tema della violenza contro le donne. Questa collaborazione è un segnale importante, come ha sottolineato l’Assessore alla cultura Raffaella Carlucci: “In quanto questi ragazzi diventeranno gli uomini di domani ed è da loro che bisogna partire per educarli alla cultura del rispetto e della non violenza, come da anni sta facendo anche Unicef Potenza con il suo presidente provinciale Mario Coviello”.

In conclusione l’intervento dell’avvocato Luciana Iannielli, presidente dell’AMI (Associazione Matrimonialisti Italiani), che ha sottolineato la drammaticità dei dati che arrivano ogni giorno sul numero di donne uccise o che hanno subito violenza.

La giornata è stata anche l’occasione per inaugurare un murales, lavoro conclusivo di un altro progetto messo in piedi da Avis San Fele “Dono Avis e Natura”. L’opera è stata ideata dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e realizzata dall’artista Mario Glorioso, che con il suo tocco ha decorato anche la panchina rossa.

28/11/2019

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama