Potenza

Un’offerta per un sogno… Recital musicale per la pace della Scuola infanzia e primaria di Brienza

3 minuti di lettura

13/04/2022

Lo spazio all’aperto della scuola primaria di Brienza ha i colori dell’arcobaleno che si riflettono in un cielo azzurro. Mercoledì 13 aprile 2022, per accogliere gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria e il loro “Recital musicale della Pace".

Arrivano e si dispongono in cerchio, finalmente all’aperto , per la prima volta dopo due anni di covid per un’occasione importante : consegnare al presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Potenza Mario Coviello la somma che hanno raccolto per aiutare le bambine e i bambini che soffrono per la guerra in Ucraina e aiutarli a non perdere la speranza.

Con il dirigente scolastico Vincenzo Vasti sono presenti il sindaco Antonio Giancristiano, l’assessore alla cultura Angela Scelzo, il presidente del consiglio d’istituto Giuseppe Grieco e il parroco don Beniamino Cirone.

Brienza PZ il preside Vincenzo Vasti con i bambini e gli insegnanti della Scuola
Il Preside Vincenzo Vasti con i bambini e gli insegnanti 

Cominciano le terze cantando “Voglio la pace, voglio l’amore./Voglio un mondo a forma di cuore./Su un gran bel ponte d’oro lucente/sorrisi felici di tutta la gente! “ E disegnano cuori nell’aria e sorridono felici senza le mascherine.

Sono le quarte che consegnano al presidente Coviello un mappamondo colorato che contiene le offerte raccolte dopo aver raccontato, anche con disegni, le loro riflessioni sulla guerra e cantato “ Venti di pace soffiano /venti di pace suonano /venti di pace cantano /che il sole è tornato a splendere/ e ogni nuvola nera chissà / solo un brutto ricordo sarà /lassù nel cielo azzurro /e sull’umanità …”. E un dolce vento accompagna il loro canto e lo diffonde nell’aria e tutti i cuori vanno verso il popolo ucraino che soffre.

La "Luna di Kiev“ di Gianni Rodari viene animata con grazie a originalità dalle ragazze e dai ragazzi della quinta A che cantano “ Lo scriverò nel vento/ Col rosa del tramonto/ Di questa mia città/Che voglio bene al mondo E a tutto il mondo il vento/ So che lo porterà…E sono sempre loro che al termine dello spettacolo balleranno la pizzica.

E’ la quinta B che recita “ Il paese del sì e il paese del no” , descrivendo la necessità che tutti abbiamo di superare differenze, pregiudizi , antipatie per stare bene insieme. E subito dopo le seconde cantano “Sopra un palloncino rosso/Scrivi, scrivi a più non posso/Lascialo volare nel cielo blu/Io la guerra non la voglio più…”

Sono le prime con “ La danza della pace che chiudono il recital, prima della pizzica e del canto finale, con la canzone “ “La danza della pace” : Prendiamoci per mano,/ giriam, giriam, giriamo/La danza della pace insieme ai tuoi amici/Ci piace, ci piace la danza della pace/Un sorriso, un abbraccio, una carezza /Stringi la mano, un girotondo...”

Brienza PZ un momento del Recital per la Pace
La bellissima composizione a colori per dire "No Nuke" come solo i bambini sanno fare

13/04/2022

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama