Potenza

Una festa solidale, un incontro di musica e sorrisi all’Istituto Comprensivo “Giacomo Leopardi” di Potenza

3 minuti di lettura

17/12/2018

17 dicembre 2018Tutto è pronto, la festa del Christmas Jumper Day 2018, il 14 dicembre alle 10,00, può cominciare nell’auditorium della sede centrale dell’Istituto Comprensivo “Giacomo Leopardi” di Potenza.

L’insegnante di inglese e musica Rita Marsico ha ancora una volta dato il meglio di sè nel preparare tutte le classi delle scuole primarie “Albini” e “Stigliani” e il palco non può contenere tutti i bambini. E’ necessario un bis della festa alle 11,30 anche perchè il salone non può accogliere i genitori, i nonni, i parenti che hanno accettato volentieri l’invito e, armati di cellulare con videocamera, sono pronti ad immortalare l’esibizione dei loro piccoli.

E’ Mimma Rizzo, la coordinatrice della scuola primaria, alla regia e con il computer manda le musiche e fa rispettare i tempi della scaletta condivisa.

Fotografa ufficiale e video maker con il suo i-pad Agnese Covino che rimbalza ad ogni angolo per cogliere sorrisi, qualche lacrima, e sopratutto la gioia di esserci dei piccoli, orgogliosi di essere al centro dell’attenzione dei loro cari che salutano quando entrano in sala.

E si canta la gioia del Natale, il tempo dell’attesa, la necessità di darsi la mano per vincere la paura e l’odio. Tutti insieme i bambini fanno risuonare nell’aria che “Noi siamo il mondo, noi siamo i bambini /Siamo quelli che faranno un giorno piu’ luminoso. Come Dio ci ha mostrato/trasformando pietra in pane/e quindi noi tutti dobbiamo porgere una mano per aiutare…"

La padrona di casa, la dirigente scolastica Cinzia Pucci fa notare che “quest’anno siamo a Natale già dal mese di ottobre e forse è tempo di coltivare il silenzio dell’attesa per ascoltare questi piccoli che hanno bisogno di affetto, carezze e, forse, meno di regali costosi e tavole imbandite”.

E dopo ogni brano le organizzazione che collaborano con la scuola per l’educazione ai diritti e alla cittadinanza solidale prendono la parola per raccontare il loro lavoro con i ragazzi della scuola.

Save the children con Marisa Macellaro e Maria Teresa Tucci invita a frequentare a Potenza il suo punto luce, che aiuta gratuitamente a fare i compiti, porta avanti laboratori creativi e attività sportive. Amnesty International con Anna Elena Viggiano racconta, tra l’altro, le sue battaglie per avere la verità su Giulio Regeni. Città della pace, che accoglie oltre 200 rifugiati nei piccoli centri in Basilicata, con Valerio Gio invita alla mostra nell’atrio che racconta l’attività portata avanti con alcune classi della scuola per la formazione all’inclusione. Io in qualità di presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza descrivo i miei incontri con le classi terze e quarte della scuola primaria e con le prime e seconde medie per il progetto “Non perdiamoci di vista” di scuola amica Unicef che educa all’ascolto attivo, alla relazione autentica, per prevenire il bullismo e il cyberbullismo.

Tra il primo e secondo spettacolo tutti noi delle organizzazioni non governative veniamo intervistati in presidenza dagli alunni di due quinte.

Pino di Lucchio di Siderurgika tv dà agli alunni le indicazioni per le inquadrature e l’audio delle riprese. I ragazzi, emozionati e preparati, porgono le loro domande e ricevono da tutti noi risposte semplici e speriamo esaurienti. Il mondo del volontariato con la sua fame di giustizia, di difesa dei più deboli viene alla luce e il ”Tgr ragazzi” della televisione di Di Lucchio, ripreso anche dal sito della scuola, ne darà testimonianza.

Anche nel secondo spettacolo l’emozione è grande come la gioia di esserci.I vol ti sorridenti e distesi delle famiglie che ordinatamente lasciano l’auditorium sono la migliore ricompensa per tanto lavoro.

17/12/2018

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama