[/unicefpeople/goodwillambassador/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ambasciatori internazionali

Leo Messi celebra la vita...insieme all'UNICEF

Leo e Thiago Messi
Leo e Thiago Messi
28 ottobre 2013
Leo Messi star indiscussa del calcio mondiale e Goodwill Ambassador dell'UNICEF ha lanciato oggi un appello ai suoi amici e fan di tutto il mondo per festeggiare insieme il compleanno di suo figlio Thiago, che compirà un anno sabato prossimo, 2 novembre 2013.

 
«Lo scorso novembre ho ricevuto il più bel regalo della mia vita: la nascita di Thiago. Per il suo compleanno, vi chiedo di darmi una mano ad aiutare tutti i bambini e le bambine ad avere le stesse opportunità per vivere, crescere e svilupparsi», recita Messi nel suo video-appello. «Vi ringrazio per il sostegno e per la partecipazione». 
 
Per l'occasione l’UNICEF ha creato un’apposita applicazione web intitolata "Leo & Thiago Messi Celebrate Life”Attraverso la app, che sarà online fino a lunedì 4 novembre, tutti possono contribuire a diffondere l’impegno di Messi per aiutare i bambini del mondo a crescere con le stesse opportunità condividendo messaggi sui propri social network.

Per coloro che condivideranno più messaggi ci sarà la possibilità di vincere un paio di scarpe da football o una maglietta autografata dal celebre numero 10 del Barcellona FC.

Leo Messi con il figlio Thiago

Vedere suo figlio crescere, ha spiegato il campione argentino, ha fatto aumentare il suo impegno per aiutare i bambini e per far sì che tutti nel mondo abbiano accesso a un’adeguata alimentazione, a vaccinazioni contro le malattie, ad acqua pulita ed istruzione di qualità.
 
L’obiettivo di questa campagna è di sensibilizzare il mondo degli sportivi sull’importanza che a tutti i bambini siano garantite le stesse opportunità di sopravvivenza, con particolare enfasi sull’equità – per far sì che il primo bambino ad essere raggiunto sia quello più in difficoltà.
 
Nonostante la mortalità infantile sia diminuita drasticamente, scendendo da 12 milioni di decessi annui in età 0-5 anni (dato 1990) a 6,6 milioni nel 2012, ancora oggi ben 18.000 bambini muoiono ogni giorno per cause che potrebbero facilmente essere prevenute e curate.