[/paesi/emergenze/documenti/dettaglio.htm]
AREA

emergenze

Assegnato il Premio foto dell'anno, vince il fotografo spagnolo Antonio Aragòn Renuncio

La foto vincitrice del fotografo spagnolo Antonio_Aragon_Renuncio
20 dicembre 2018 – Annunciati i vincitori 2018 del concorso fotografico “Foto dell’anno UNICEF”, iniziato nel 2000 con l’UNICEF Germania.
 
Ogni anno, l’UNICEF Germania premia una fotografia o una serie fotografica di fotogiornalisti che documentano in modo straordinario personalità e circostanze in cui vivono i bambini. 
 
Il vincitore di quest’anno è il fotografo spagnolo Antonio Aragón Renuncio, che ritrae un piccolo bambino del Togo, immortalando il coraggio e l’ottimismo dei bambini in difficili condizioni di vita.
 
Questo il messaggio della Foto dell’anno UNICEF: ogni bambino conta – non importa dove e in quali condizioni sia nato, la sua etnia o religione, che sia in salute, malato o disabile. Innumerevoli bambini in tutto il mondo sono dimenticati, maltrattati o ignorati. 
 
Il secondo e il terzo premio sono stati assegnati a foto che documentano la dualità della vulnerabilità e della forza dei bambini. 
 
Nella sua casa, in un campo per rifugiati, il fotografo del Bangladesh Turjoy Chowdhury ha ritratto i figli apolidi di genitori rohingya scappati dal Myanmar. 
 
Il terzo premio di quest’anno è stato assegnato alla fotografa israeliana Rina Castelnuovo per la serie di foto su un ragazzo palestinese dalla Striscia di Gaza: Muhi soffre di una malattia rara e può sopravvivere solo in Israele dove sono disponibili le cure mediche necessarie.
 
«Quest’anno i fotografi di tutto il mondo hanno inviato più di 100 serie di foto eccezionali. Hanno coperto tematiche importanti nelle vite dei bambini ovunque sul pianeta: cambiamento climatico, guerra, sfruttamento, dolore, amicizia o i desideri dei bambini» – ha dichiarato prof. Klaus Honnef, Presidente della Giuria di esperti di fotografia.
 
È consentito ristampare/utilizzare liberamente le foto e il testo relativo solo all’interno di articoli della “Foto dell’anno dell’UNICEF” e che comprendano il copyright dei fotografi e delle loro agenzie o dell’autore del testo.