[/paesi/emergenze/documenti/dettaglio.htm]
AREA

emergenze

Lotta al coronavirus, da Foxy all'UNICEF 200.000 euro per gli ospedali italiani

Un fotogramma dello spot di Foxy per la campagna UNICEF contro il COVID-19 - ©Foxy/ICT
Un fotogramma dello spot di Foxy a sostegno della campagna UNICEF per la lotta al COVID-19 in Italia - ©Foxy/ICT
19 aprile 2020 - FOXY ha deciso di essere al fianco dell’UNICEF anche nella lotta al coronavirus, donando 200.000 euro che verranno utilizzati per acquistare importanti dispositivi sanitari – in particolare mascherine protettive, guanti e occhiali - destinati agli operatori sanitari negli ospedali del nostro paese. 

Foxy, marchio del gruppo Industrie Cartarie Tronchetti (ICT) ha lanciato inoltre una campagna di comunicazione caratterizzata da un nuovo spot interamente dedicato all'impegno dell'UNICEF per fornire aiuti agli ospedali italiani.
 
«Un grazie di cuore a Foxy per questo importante sostegno, che servirà a proteggere medici, infermieri e personale sanitario che stanno lottando in prima linea nel nostro paese per contenere e arrestare la diffusione del COVID» commenta il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo.
 
Sin dal 2000 Foxy sostiene l'UNICEF nel suo impegno in difesa dei bambini. La collaborazione tra Foxy e UNICEF nei primi anni ha interessato vari progetti – Campagna vaccinazione (2000), Bimbe a scuola (2001), Emergenza IRAQ (2003) – per poi incentrarsi, dal 2002 ad oggi, sull' iniziativa “Adotta una Pigotta”. In questi 20 anni, Foxy ha donato complessivamente ad UNICEF oltre 5 milioni di euro.
 
«La Pigotta è la bambola di pezza dell’UNICEF, realizzata a mano da volontari, bambini, famiglie, anziani, che è diventata il simbolo dell’UNICEF e dei volontari. Dal suo avvio, infatti, l’iniziativa ‘Adotta una Pigotta’ ha permesso di salvare oltre un milione e mezzo di bambini, grazie all’infaticabile sostegno di Foxy» ricorda Samengo. 
 
«Anche durante questo momento di sofferenza causata dal coronavirus, tanti volontari dell'UNICEF stanno realizzando, anche a distanza, le Pigotte-dottoresse/infermiere, speciali pigotte che vogliono esprimere vicinanza - in questi giorni di isolamento e distanziamento - ai tantissimi ricercatori, virologi, dottori e infermieri che in maniera instancabile sono nelle corsie di tutta Italia 24 ore su 24 per aiutare migliaia di persone, soprattutto le più vulnerabili, a combattere il COVID19.
 
L’UNICEF Italia si sta adoperando per mettere a disposizione al più presto queste Pigotte speciali per farle ‘adottare’ da tante persone interessate.»