Coronavirus, scuole chiuse: leggiamo una favola sui diritti

2 minuti di lettura

11/03/2020

L’atto di leggere una favola, oltre ad essere un momento piacevole e rilassante, aiuta i bambini a crescere, perché imparano ad affrontare i temi negativi e le situazioni spiacevoli, come questa che stiamo vivendo in questi giorni relegati a casa a causa del Coronavirus. La nostra proposta ai genitori è di leggere questo fantastico libro di Bianca Pitzorno e collegarci un'attività.

L’Isola degli smemorati:
racconto del libro e attività pratica

Destinatari
alunni/e della scuola primaria
 
Finalità
Scoprire e comprendere l’esistenza dei diritti dei bambini
 
Materiali
 
Tempi
1 ora circa
 
Fasi di lavoro
Racconto della storia “L’isola degli smemorati
E’ fondamentale:
  • focalizzare l’attenzione sulle fasi principali della storia.
  • esplicitare la relazione tra protagonisti/situazioni/sensazioni.
  • stimolare la ricerca di soluzioni di fronte a situazioni problematiche “cosa si può
  • fare per aiutare i piccoli naufraghi che non hanno i genitori, il cibo, i giochi, le
  • medicine?”.
  • Mostrare il cartellone grande che raffigura un’isola vuota 
  • Chiedere alla classe di immaginare di essere loro stessi i piccoli naufraghi approdati
  • all’’isola e di pensare a cosa avessero avuto bisogno per poter vivere sani, sicuri e felici.
  • Rappresentazione grafica individuale dei bisogni.
  • Realizzazione attraverso la tecnica del collage di un cartellone di un’isola felice ideata dai bambini stessi.
  • Discussione sui disegni realizzati in relazione ai diritti dei piccoli naufraghi dimenticati dagli isola

elaborazione grafica a cura di Maria del Mar Garcia Limon e Monserrat Garcia Limon volontarie del Comitato provinciale per l’UNICEF di Roma

Documenti disponibili

ISOLA_DEGLI_SMEMORATIpdf / 452 kb

Download

11/03/2020

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama