Da soli, insieme: giovani artisti creano una comunità contro il coronavirus

5 minuti di lettura

31/03/2020

Rifugiati dentro casa durante la pandemia, giovani fotografi di tutto il mondo stanno combattendo l’isolamento sociale e stanno unendo le forze online per condividere il loro lavoro, la loro forza e le loro speranze per il futuro.

Il mio nome è Sophia. Vivo a Seattle, e sono un’appassionata utente di social media di 16 anni. Naturalmente, ero entusiasta quando ho saputo che non ci sarebbe stata scuola né compiti per oltre un mese a causa del coronavirus.
 
Tuttavia, dopo solo due giorni ho iniziato ad accusare gli effetti di non poter vedere i miei amici. Ed è per questo che è stato creato il progetto Covid-19 Photos for Teens.

Il fatto che il mio primo anno di liceo sarebbe stato interrotto, mi ha lasciata con una sensazione di frustrazione e confusione.
 
Al momento, la mia scuola non ha ancora iniziato i corsi online, ed ho bisogno di trovare la motivazione per continuare la mia crescita personale.

Documentare le proprie vite attraverso le fotografie, soddisfa il bisogno creativo di quegli adolescenti che soffrono la mancanza degli amici 

Vediamo fotografie ogni giorno. Cartelloni pubblicitari, posters e scatole di cereali sono solo alcuni degli esempi che ci circondano.
 
In quanto adolescenti che vivono nel ventunesimo secolo, raccogliamo la maggior parte delle informazioni tramite i social media. Immediatamente, mi sono rifugiata nella fotografia per far fronte alla considerevole quantità di tempo libero a disposizione.
 
La mia brama di uno sbocco creativo continuava a crescere, e l’unica cosa che volevo era fare servizi fotografici con i miei amici. L’isolamento mi ha costretto a mettermi alla prova dal punto di vista delle creatività: ora, invece di essere una fotografa, sono dovuta diventare anche una modella.

«Si può notare come la maggior parte delle foto ritraggono una sola persona. Dal momento che siamo tutti in quarantena, siamo dovuti uscire dalla nostra zona di comfort e passare dall’altro lato dell’obiettivo».

Questi ultimi giorni sono stati diversi. Sapere che miliardi di persone stanno vivendo la tua stessa esperienza, procura una strana sensazione.
 
Ho iniziato ad osservare le similarità con persone che vivono dall’altra parte del mondo. Immediatamente, sono stata ispirata dall’ondata di creatività proveniente da giovani adolescenti in un tempo caratterizzato da limiti e restrizioni. Dopo tutto, stiamo vivendo un momento storico che verrà ricordato in tutti i manuali.

Quando sono stati pubblicati online gli esiti di un concorso fotografico realizzato da studenti del liceo, la sezione dei commenti era in fermento.
 
Giovani fotografi di tutto il mondo erano incredibilmente incoraggianti gli uni con gli altri, ed ho constatato che molti di loro erano nella mia stessa condizione.
 
Molti ragazzi stavano cercando un modo per esprimere se stessi attraverso le fotografie, e rimanere creativi in questo periodo così particolare.
 
Usando il sistema di messaggistica istantanea di Instagram, si è costituito un piccolo gruppo di giovani fotografi.
 
Ognuno di noi ha condiviso la propria sete di nuove fonti di ispirazione e la determinazione a voler continuare a documentare le nostre vite attraverso la fotografia.
 
Aggiungendo costantemente nuove fotografie al gruppo, abbiamo legato molto attraverso la condivisione delle nostre passioni, nonostante non ci siamo mai incontrati di persona. Il 16 marzo, Covid Photos For Teens è stato lanciato.
 
Siamo un gruppo di 15 ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo: Danimarca, India, Canada e Stati Uniti.
 
Sebbene gli adulti ci mettano in guardia rispetto ai pericoli di conoscere estranei su internet, io ho trovato una comunità che mi sta aiutando in questo momento così difficile.

Lo scopo di Covid-19 Photos for Teens: supportarsi ed ispirarsi l’un l’altro

Covid-19 Photos for Teens sta diventando sempre più conosciuto per il nostro sguardo positivo su questa situazione. I nostri post Instagram, incoraggiano i ragazzi e le ragazze ad essere creativi, supportarsi ed ispirarsi a vicenda.

A prescindere da chi sei o dove vivi, vogliamo darti l’opportunità di diventare parte di qualcosa ed essere ispirato.
 
Sono felice di poter dire che siamo stati veramente grati dei riscontri positivi che abbiamo ricevuto nelle ultime due settimane.
 
Nonostante non abbiamo la scuola in questo momento, stiamo costantemente imparando vicendevolmente. Se c’è una cosa che ho imparato, è che è incredibilmente facile entrare in sintonia con nuove persone attraverso ciò che ami.

Essendo di discendenza asiatica, non è certo un segreto che il razzismo avrebbe resisto anche in questo momento senza precedenti. Tuttavia, la buona notizia è che i giovani della mia età possono cercare conforto discutendo con persone in grado di comprenderli.

Una voce per i giovani che si sentono messi alla prova durante l’epidemia di coronavirus 

È fondamentale poter parlare di come il virus stia colpendo i giovani in termini di salute mentale e pregiudizi. 
 
È inoltre cruciale offrirci uno sbocco creativo per poter esprimere il nostro punto di vista. La mia speranza è che questo account possa essere usato come voce per tutti quei giovani che si sentono ansiosi e messi alla prova.

Noi ragazzi e ragazze di tutto il mondo stiamo facendo uno sforzo enorme per comprendere il mondo in cui ci troviamo a crescere.
 
Abbiamo creato uno spazio dove persone della nostra età non hanno paura di parlare di questioni che generalmente sono lasciate agli adulti.
 
Con le fotocamere al posto degli occhi e le foto al posto delle parole, si sta preparando l’ascesa di una rinascita della gioventù. Mi piace pensarlo come la nostra versione di un Rinascimento moderno.

Date un’occhiata alle nostre bellissime foto su covid19photoforteens  e seguici su instagram/covid19_photos_for_teens

31/03/2020

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama