Diritti in Comune, un’iniziativa promossa con ANCI

4 minuti di lettura

13/05/2022

La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989. Con la legge n. 176 del 27 maggio 1991 l’Italia ha ratificato la Convenzione che è quindi diventata parte dell’ordinamento giuridico del Paese.

In questi 31 anni la Convenzione ha cambiato il modo in cui il modo di guardare ai bambini e ai loro diritti. Essa riflette una nuova visione dell’infanzia che guarda allo sviluppo di tutti gli aspetti della vita di bambini e adolescenti e affida alle istituzioni, a tutti i livelli di governo, il mandato di applicare i principi che vi sono sanciti.

Per questa ricorrenza l’UNICEF Italia, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI, lancia l’iniziativa #dirittincomune27maggio chiedendo alle amministrazioni comunali di rinnovare il proprio impegno a mettere al centro di ogni politica i diritti dei bambini.

Come aderire all’iniziativa

I Comuni interessati all’iniziativa possono segnalare la propria adesione a cittamica@unicef.it, indicando quali delle azioni proposte qui di seguito, intendono realizzare; in questo modo il nome del Comune verrà inserito nella lista delle città che aderiscono all’iniziativa che verrà pubblicata in questa sezione del sito.

Guarda l'elenco dei comuni che hanno aderito.

Le azioni, sul web:

  • Promuovere l’iniziativa tramite i propri canali social utilizzando l’hashtag #dirittincomune27maggio e taggando @unicefitalia
  • Condividere i post dei profili social di UNICEF Italia e/o creare sui propri canali Facebook ed Instagram post e storie sull'iniziativa: qui i materiali


Le azioni, in Comune:

  • Dedicare una pagina del sito istituzionale del proprio Comune all’iniziativa, rendendo scaricabili tutti i materiali disponibili qui di seguito. 
  • Diffondere la locandina in tutti i luoghi e gli uffici pubblici: nelle scuole, biblioteche, musei ecc. Qui il file per la stampa e per il web.  
  • Diffondere il flyer sulla Convenzione tra i membri della Giunta e del Consiglio, tra i dipendenti e funzionari comunali, tra il personale della scuola, tra i professionisti del terzo settore che si occupano di infanzia e adolescenza e tra tutta la cittadinanza. Qui il flyer per la stampa e per il web.
  • Diffondere il passaporto dei diritti tra tutti i bambini e i ragazzi. (In copertina a sinistra del logo UNICEF può essere inserito il logo istituzionale del Comune). Qui i materiali per la stampa e per il web.
  • Dedicare una seduta di Giunta o di Consiglio a questo anniversario, diffondendo tra gli assessori e i consiglieri il flyer e la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Qui la Convenzione per la stampa e per il web.


Gesti simbolici ma importanti che diffondono la conoscenza dei diritti dei bambini e dei ragazzi fra i cittadini e rinnovano l'impegno delle amministrazioni comunali per garantire l’attuazione della Convenzione ONU.
Per ogni informazione è possibile scrivere a cittamica@unicef.it  o chiamare i numeri 0647809220 – 057427013. 

Documenti diponibili

Comuni che aderiscono all’iniziativa: Diritti in Comunepdf / 218 kb

Download

Oltre l'iniziativa, il Programma Città Amiche

I Comuni che oltre ad aderire all’iniziativa volessero avviare un percorso di attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, possono aderire al Programma Città Amiche dei Bambini e degli Adolescenti che propone alle amministrazioni comunali  un percorso che mette al centro dell’azione politica i diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti.

Per visionare il Programma e scaricare i materiali del percorso clicca qui; per avere informazioni su come aderire al Programma cittamica@unicef.it.

La foto in alto nella pagina è di CatalyticAction charity.

13/05/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama