Diritti dell'Infanzia

2 minuti di lettura

23/11/2009

 

Primo piano di una mamma con il suo bambino
©UNICEF/HQ00-0740/Giacomo Pirozzi

Il rispetto dei diritti di ogni bambino, solennemente sancito dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia (1989), è la base irrinunciabile di ogni intervento dell'UNICEF volto a migliorare le condizioni di vita e di sviluppo dell'infanzia e dell'adolescenza nel mondo.
 
Tutti i bambini sono titolari degli stessi diritti, ma per molti di essi la negazione dei diritti è la vera norma di vita.
 
L'evoluzione degli strumenti di tutela giuridica del minore ha subito un notevole incremento nel corso del XX secolo.
 
Come ha dichiarato Carol Bellamy, ex direttore esecutivo dell'UNICEF «Un secolo che si era aperto con i bambini che non avevano praticamente alcun diritto si è concluso con i bambini che possiedono il più potente strumento legale, che non solo riconosce ma protegge i loro diritti umani.»

 

La Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia (1989)

La Convenzione sui diritti dell'infanzia è il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato nella storia umana ed è il più importante strumento giuridico a disposizione di tutti coloro - individui, famiglie, associazioni, governi - che si battono per un mondo in cui ogni bambino e ogni bambina abbiano le medesime opportunità di diventare protagonisti del proprio futuro. 

Approvata il 20 novembre 1989 dall'Assemblea Generale dell'ONU e ratificata da 193 Stati (con la sola eccezione di Somalia e Stati Uniti) la Convenzione ha profondamente innovato il panorama internazionale dei diritti umani, affiancandosi agli altri storici trattati concepiti a tutela dell'individuo, come la Convenzione per l'eliminazione delle discriminazioni contro la donna (1979) o i Patti sui diritti umani del 1966.

La missione dell'UNICEF

I principi fondanti della Convenzione - diritto alla sopravvivenza, ascolto, non discriminazione, superiore interesse del bambino - e quelli più generali della tutela dei diritti umani - universalità, indivisibilità e interdipendenza dei diritti dell'individuo - ispirano l'intero approccio dell'UNICEF.
 
Oggi è lecito affermare che i programmi di cooperazione promossi dall'UNICEF hanno come ultima finalità la piena affermazione dei diritti dei bambini e delle donne, e non soltanto la realizzazione di progetti di sviluppo.

L'UNICEF è anche l'unica organizzazione esplicitamente citata nel testo della Convenzione (art. 45), dove al Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia viene attribuito un ruolo di protagonista nel monitoraggio dell'applicazione dei diritti dei bambini da parte degli Stati.

23/11/2009

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama