Emergenza Haiti: l'Azione dell'UNICEF

2 minuti di lettura

19/08/2021

Il 14 agosto, alle 8.30, un sisma di magnitudo 7.2 ha colpito la regione sudoccidentale di Haiti, con pesanti conseguenze nei 3 dipartimenti di Sud, Nippes e Grand'Anse. La popolazione colpita si stima in oltre 1.211.000 abitanti di cui 540.000 bambini con meno di 18 anni.

Informazioni preliminari delle vittime del terremoto,  aggiornate al 18 agosto, registrano 1.941 morti e oltre 9.900 feriti, numeri che potrebbero crescere ulteriormente nei prossimi giorni.

Mentre le valutazioni sono ancora in corso, migliaia di case ed edifici pubblici sono parzialmente o completamente distrutti, tra cui ospedali, scuole, ponti e chiese. Allo stato attuale, più di 115.000 case risultano danneggiate o distrutte, e quasi 580.000 persone, circa il 40% della popolazione dei 3 dipartimenti, necessità urgentemente assistenza.

L'accesso per la risposta umanitaria e l'evacuazione dei feriti nella capitale  rimane difficile, anche perché la strada principale che porta alle aree colpite è ancora sotto il controllo di bande criminali. Ad aggravare l’emergenza, la tempesta tropicale Grace, che ha raggiunto il  paese lunedì 16 agosto, già sconvolto dal recente assassinio del presidente lo scorso 7 luglio, in una situazione d’emergenza notevolmente complicata dalla pandemia di COVID-19.

L’UNICEF sta assicurando presenza e supporto, in stretto coordinamento con le autorità nazionali. Il personale dell'UNICEF dell’ufficio distaccato di Les Cayes, nel Dipartimento Sud, ha immediatamente risposto all’emergenza, fornendo i primi rapporti e l'analisi dei danni e una prima stima delle vittime, consentendo una rapida mobilitazione della risposta all’emergenza. Come immediata risposta alla crisi:

Nel settore Salute, l'UNICEF ha inviato un convoglio con 6 kit sanitari di emergenza, contenenti medicinali essenziali sufficienti per 30.000 persone per un periodo di tre mesi.

Forniture di aiuti per il settore Acqua e Igiene sono predisposte sul campo e sufficienti tra le 20.000 e 25.000 persone, e squadre di tecnici idrici e igienico-sanitari sono in fase di mobilitazione.

Altre scorte di aiuti già disponibili per il settore Istruzione e Protezione dell’Infanzia includono kit didattici e socio-ricreativi d’emergenza.

L'UNICEF ha individuato le esigenze più critiche e salvavita, e definito una risposta d’emergenza per un periodo di due mesi: sulla base di un'analisi preliminare dei bisogni nelle aree colpite dal terremoto, l'UNICEF stima necessari 15 milioni di dollari per rispondere alle esigenze più urgenti di almeno 385.000 persone, compresi 167.000 bambini sotto i 5 anni, tra minori e famiglie nelle aree colpite, nelle prime 4-8 settimane. 

Documenti disponibili

Emergenza Haiti. L'Azione dell'UNICEFpdf / 1.17 Mb

Download

19/08/2021

News ed Aggiornamenti

Un vaccino anti COVID-19 per tutti con la Rete del Dono

Scopri di più