Haiti: necessari 122 milioni di dollari per aiuti a 1,6 milioni di persone (tra cui 800.000 bambini)

4 minuti di lettura

08/09/2021

L'UNICEF lancia un appello urgente di 122,2 milioni di dollari per rispondere ai bisogni umanitari di 1,6 milioni di persone, compresi 800.000 bambini, ad Haiti. Questo nuovo appello è circa tre volte maggiore rispetto alla richiesta di fondi di emergenza per Haiti di inizio anno.

"Haiti sta affrontando una delle crisi umanitarie più complesse degli ultimi anni", ha dichiarato il Rappresentante dell'UNICEF per Haiti Bruno Maes. "Prima del terremoto, i bambini stavano già soffrendo per gli alti tassi di malnutrizione, lo sfollamento causato dalla violenza delle gang e gli impatti secondari del COVID-19. Ma in questo momento, i bisogni umanitari dei bambini haitiani sono più acuti che mai, poiché intere famiglie hanno perso tutto, comprese le case, le scuole, l'accesso all'acqua e alle strutture sanitarie. Molte vite dipendono da quanti aiuti umanitari saremo in grado di fornire - e quanto velocemente".

Il 14 agosto 2021, un terremoto di magnitudo 7,2 ha colpito i dipartimenti sud-occidentali di Sud, Grand'Anse e Nippes, e la situazione si è aggravata il 16 agosto a causa delle forti piogge della depressione tropicale Grace.
Più di 2.200 persone sono morte, 12.200 sono rimaste ferite e 130.000 case sono state distrutte, lasciando migliaia di persone in urgente bisogno di assistenza. Questi disastri hanno colpito Haiti mentre il paese si stava riprendendo dall'assassinio, il 7 luglio, del presidente Jovenel Moïse e da un'escalation di violenza tra gang che ha causato lo sfollamento di 19.000 persone e colpito 1,5 milioni di persone.

L’Humanitarian Needs Overview (HNO), pubblicato a marzo 2021, ha stimato che 4,4 milioni di persone si trovavano in condizioni di insicurezza alimentare, 217.000 bambini soffrivano di malnutrizione acuta globale e 2,95 milioni di persone, tra cui 1,2 milioni di bambini e 400.000 donne in gravidanza e ragazze adolescenti, avevano bisogno di assistenza sanitaria di emergenza. Si prevede che gli effetti del recente terremoto aggraveranno ulteriormente queste vulnerabilità.

La priorità dell'UNICEF è di rispondere ai bisogni urgenti:

  • I sistemi sanitari nei tre dipartimenti colpiti dal terremoto devono affrontare le sfide per soddisfare le crescenti esigenze sanitarie, mantenendo l'accesso ai servizi sanitari e nutrizionali salvavita, compresa l'assistenza sanitaria materna e infantile.
  • Con migliaia di sfollati che dormono all'aperto e le infrastrutture idriche e igienico-sanitarie che subiscono danni ingenti, le popolazioni vulnerabili sono sempre più esposte al rischio di malattie trasmesse dall'acqua e di infezioni respiratorie acute, compreso il COVID-19.
  • Negli ultimi due anni, più di 3 milioni di bambini non hanno potuto frequentare la scuola per mesi, a causa dei problemi politici e di sicurezza, nonché delle chiusure legate al COVID-19. Nelle aree colpite dal terremoto, le valutazioni preliminari condotte dal Ministero dell'Istruzione indicano che centinaia di scuole sono state distrutte o pesantemente danneggiate, colpendo circa 100.000 bambini.

"Quando le scuole apriranno questo settembre ad Haiti, sarà una grande sfida per migliaia di bambini riprendere la loro istruzione nelle regioni colpite dal terremoto. Insieme al Ministero dell'Istruzione, i nostri team sul campo stanno lavorando contro il tempo per installare spazi di apprendimento temporanei. I bambini e gli insegnanti hanno bisogno di attrezzature, materiali e sostegno psicosociale per superare le esperienze traumatiche che hanno vissuto", ha dichiarato Maes.

All'inizio del terremoto, l'UNICEF ha consegnato forniture mediche essenziali ai principali ospedali del sud per raggiungere 30.000 persone in due mesi. L'UNICEF ha anche già fornito acqua pulita e aiuti igienico-sanitari a oltre 108.000 donne e bambini colpiti.

In risposta al terremoto, l'UNICEF sta chiedendo un totale di 122,2 milioni di dollari per aumentare i suoi interventi di emergenza ad Haiti quest'anno. Finora, ha ricevuto meno del 32% di questi fondi.

Documenti disponibili

Humanitarian action for children (in inglese)pdf / 1.05 Mb

Download

08/09/2021

News ed Aggiornamenti

Un vaccino anti COVID-19 per tutti con la Rete del Dono

Scopri di più