IKEA per UNICEF: a luglio nel menu c'è la lotta alla malnutrizione

3 minuti di lettura

26/06/2013

 

Nuova, importante iniziativa di IKEA Italia in favore dell’UNICEF: dal 1° al 31 luglio 2013, in tutti i negozi IKEA, acquistando i Menu Bimbi sarà possibile contribuire a salvare e a far crescere bene e in salute i bambini affetti da malnutrizione grave e acuta in Africa.

IKEA infatti donerà all’UNICEF 2 Euro su ogni Menu Baby Bio carne, e 1 Euro su ogni Menu Baby Bio pasta e Baby Bio Merenda.

L’intero ricavato andrà a favore della campagna di lotta alla mortalità infantile dell’UNICEF “Vogliamo Zero”, per sostenere sul campo gli interventi di contrasto alla malnutrizione. 

Ogni giorno, nel mondo, 19.000 bambini tra 0 e 5 anni muoiono per malattie facilmente prevenibili o curabili, la cui principale causa o concausa è proprio la malnutrizione.

Con l’iniziativa di luglio IKEA, che in Italia è partner dell’UNICEF dal 2006, intende contribuire ad abbattere la mortalità infantile, portando il più rapidamente possibile a zero il numero inaccettabilmente alto di decessi infantili.


La partnership IKEA - UNICEF

Con i fondi raccolti nei negozi IKEA in Italia e nel mondo, l'UNICEF ha portato avanti molti progetti che hanno avuto un impatto decisivo nel migliorare le condizioni di vita e sviluppo dei bambini in diversi paesi.

L’iniziativa più importante è la campagna “Soft Toys”: in occasione del Natale,  IKEA Foundation dona all’UNICEF 1 Euro per ogni peluche venduto. Da quando è stata lanciata, a livello internazionale l’iniziativa ha raccolto complessivamente 31 milioni di euro, aiutando 8 milioni di bambini in oltre 40 Paesi a ricevere un’istruzione di qualità. Nel 2010, nei soli punti vendita IKEA Italia sono stati raccolti ben 1.101.984 Euro, che hanno permesso di garantire un'istruzione di base di qualità ai bambini di 8 paesi africani e di Cambogia, Cina, Repubblica Domenicana, Georgia, Malesia, Serbia, Medio Oriente , Moldavia, Romania, Russia e Turchia.

Grazie alla generosità dei donatori italiani presso i negozi IKEA, l'UNICEF ha potuto aiutare migliaia di bambini e le loro famiglie anche con progetti per la protezione e la salute. 

Ad esempio, nel 2009 la vendita di 5.200 lampade solari “Sunnan” ha permesso all'UNICEF di inviarne altrettante in India, così da consentire ai bambini dei villaggi più remoti di giocare, leggere e studiare anche dopo il tramonto ed anche in assenza di energia elettrica.

Nel 2011, con l'iniziativa “Torta Italiana”, sono stati raccolti 184.992 Euro rivolti a garantire assistenza medica e psicologica, ricongiungimento familiare, reinserimento sociale e scolastico e istruzione informale ad oltre 23.000 bambini di strada del Bangladesh. 

Inoltre, tra il 2011 e il 2012 la vendita delle zanzariere “Bryne” ha permesso di raccogliere 49.274 Euro e quindi di inviare sul campo oltre 12.300 zanzariere, un presidio indispensabile per salvare dalla malaria migliaia di bambini africani.

Nel 2013 la Fondazione IKEA ha generosamente contribuito ad alleviare le dure condizioni di vita dei bambini nei campi profughi di alcuni Paesi (fra cui quelli che ospitano rifugiati della Siria) inviando 110.000 coperte prelevate dai propri magazzini.

«I passi in avanti finora compiuti sono stati tanti, ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per poter fare ancora di più e dare la possibilità ad ancor più bambini di vivere una vita serena e sviluppare le proprie potenzialità» ha commentato Giacomo Guerrera, Presidente dell'UNICEF Italia.

26/06/2013

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama