La vita in un vaccino (storia)

1 minuto di lettura

10/10/2011

Guinea Bissau, Villaggio di Cantaude, Bafata - Djara Cassama racconta a bassa voce di aver perso tutti e cinque i neonati che ha dato alla luce.

Un dolore immenso, in un paese dove un bambino su quattro muore prima di raggiungere i 5 anni.

Il suo ultimo parto risale ad appena due giorni fa, e i gemellini sono morti a causa delle scarse condizioni igieniche e al mancato accesso ad un vaccino antitetano.

Nel giorno in cui la incontriamo, la maggior parte delle donne del suo villaggio sono in coda per ricevere un vaccino antitetano.

E' la prima campagna nazionale di antitetanica promossa dall'UNICEF in Guinea Bissau, con l'obiettivo di vaccinare 330.000 donne tra i 15 e i 49 anni.

Un vaccino e l'assistenza medica durante il parto possono salvare la vita di tanti neonati.

Un altra donna, Djarandim, per esempio ha partorito sotto assistenza medica e si era sottoposta al vaccino antitetano. I suoi figli hanno avuto un destino diverso. La sua è una vittoria, ma ci vorrà ancora tempo per raggiungere ogni donna, non solo con le vaccinazioni, ma anche con le cure indispensabili c he precedono e seguono ogni parto.

Sostienici, ci aiuterai ad arrivare ad ogni bambino del mondo, anche il più lontano.



10/10/2011

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama