Le Serie A di calcio e basket in campo con l'UNICEF per i diritti dei bambini

2 minuti di lettura

20/11/2015

21 novembre 2015 - In concomitanza con la Giornata Nazionale per i diritti dell’infanzia e l’adolescenza che è stata celebrata ieri, nel 26° anniversario dell'approvazione della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia, l’UNICEF lancia una doppia iniziativa che vedrà coinvolti, rispettivamente, il mondo italiano del calcio e quello del basket.

Nel 13° turno del campionato di calcio (sabato 21 e domenica 22 novembre) in tutti gli stadi della Serie A TIM i calciatori e gli arbitri entreranno in campo accompagnati dai bambini. Qualche minuto prima del calcio di inizio, al centro del campo, verrà posizionato uno striscione con la scritta “UNICEF per i bambini in pericolo”

Domenica 22 e lunedì 23 novembre, analoga iniziativa nei palazzetti della Serie A Beko di pallacanestro: giocatori e arbitri, poco prima del fischio di inizio delle partite dell'8° turno di campionato, posizioneranno al centro del rettangolo di gioco uno striscione con la scritta “UNICEF per i bambini in pericolo”.

Messaggi sui diritti dei bambini saranno letti dagli speaker in tutti i campi di gioco coinvolti.

Le due iniziative sono organizzate dall’UNICEF Italia in collaborazione rispettivamente con Lega Serie A e con Lega Basket A

«Il  mondo  dello sport scende in campo ancora una volta con l’UNICEF dalla parte dei bambini in pericolo» ha sottolineato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera. «In questa giornata vogliamo ricordare il dramma dei bambini esposti a ogni pericolo ogni giorno, minacciati da guerre e malattie, malnutriti e derubati dell’infanzia. E tutti i bambini migranti e rifugiati che in questi mesi hanno cercato protezione in Europa sono prima di tutto bambini in pericolo».

20/11/2015

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama