Siria, speranze dalla Conferenza di Roma ma ancora stragi di bambini

3 minuti di lettura

27/02/2013

Dona ora

Ancora bambini vittime dell’ennesima strage in Siria. Le agenzie parlano del ritrovamento a Safira, a sud di Aleppo, dei corpi di 42 persone, tra questi bambini di età compresa tra gli 8 mesi e i 12 anni.

 
«Apprendiamo con preoccupazione l’ennesima notizia della morte di bambini in Siria arrivata proprio durante l’incontro dei Paesi Amici della Siria, svoltosi a Roma questa mattina» ha dichiarato Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia.
 
«Nei giorni scorsi abbiamo denunciato la morte di almeno 70 bambini a causa di attacchi missilistici nelle zone residenziali di Aleppo. Non possiamo più continuare ad essere testimoni di una crisi che da due anni martirizza il Paese e che ha coinvolto fino ad 1.184.000 bambini. Stanno perdendo tutto, case, amici, parenti, le proprie vite».
 
«Accogliamo con speranza la notizia dell’impegno preso dai Ministri presenti al Summit sulla Siria, appena concluso, a dare maggiore assistenza all’interno della Siria. Auspichiamo che  priorità continui ad essere data ai bambini, perché gli sforzi fatti fino ad ora non vadano perduti. Faccio un appello ai cittadini italiani perché continuino a dimostrare la propria generosità a sostegno delle azioni dell’UNICEF per aiutare i bambini della Siria che da due anni soffrono per un conflitto che non hanno voluto»  ha concluso Guerrera.
 
L’UNICEF è presente in Siria sin dall’inizio dallo scoppio della crisi per portare aiuti alla popolazione ed opera attraverso settori prioritari di intervento – sanità, nutrizione, acqua e igiene, istruzione, protezione dell'infanzia, fornitura di generi di primo soccorso.
 
Sino ad ora, all’interno del Paese sono stati vaccinati 1.3 milioni di bambini contro il morbillo e sono stati assicurati accesso ad acqua potabile a 26,158 persone e sostegno psico-sociale per oltre 32.000 bambini.

Nell'ambito del Piano di risposta umanitaria all'emergenza in Siria varato dall’ONU nel dicembre scorso, l’UNICEF ha lanciato un appello per 68 milioni di dollari per far fronte alla situazione nei settori Acqua, Igiene, Salute, Nutrizione, Istruzione e Assistenza psicologica. A oggi, meno del 20% dell’appello risulta coperto

 

Come puoi aiutare i bambini della Siria 

 Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con uno degli altri modi per donare:

bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”  
carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000
bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria"
- donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

27/02/2013

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama