Stato di Palestina e Israele: la triste conta dei bambini uccisi e feriti (IN CONTINUO AGGIORNAMENTO)

8 minuti di lettura

13/05/2021

Secondo le notizie che ci arrivano, almeno 14 bambini nello Stato di Palestina e 1 bambino in Israele sarebbero stati uccisi da lunedì. Altri 95 bambini a Gaza e in Cisgiordania - compresa Gerusalemme Est - e 3 bambini in Israele sarebbero stati feriti negli ultimi cinque giorni.

La situazione è a un pericoloso punto critico. Il livello di violenza e il suo impatto sui bambini è devastante. Siamo sull'orlo di una guerra su larga scala. In ogni guerra, i bambini - tutti i bambini - soffrono per primi e soffrono di più.

Chiedo a tutte le parti di porre fine a tutte le violenze e di allentare le tensioni. Esorto tutte le parti a proteggere tutti i civili, specialmente i bambini, a risparmiare le infrastrutture civili essenziali dagli attacchi, e a porre fine alle violazioni contro i bambini. Ricordo a tutte le parti gli obblighi da rispettare secondo il diritto internazionale umanitario e i diritti umani.

Dichiarazione del Direttore generale dell'UNICEF Henrietta Fore

Aggiornamento del 13 maggio, ore 16.00

Secondo le notizie che ci arrivano, dal 10 maggio, sono stati uccisi almeno 17 bambini palestinesi nella Striscia di Gaza e 2 bambini in Israele.

I bambini sono quelli che stanno soffrendo di più in questo conflitto. Traumi duraturi colpiscono intere famiglie e comunità. Bisogna iniziare ad abbassare le tensioni immediatamente.

Aggiornamento del 14 maggio, ore 9:00

Secondo le notizie ricevute dall'ufficio dell'UNICEF nello Stato di Palestina, 27 bambini sono stati uccisi nella Striscia di Gaza dal 10 maggio. Due bambini uccisi in Israele

Nessun luogo è sicuro per i bambini finché il conflitto continua: tutte le parti devono porre fine alla violenza, e le violazioni contro i bambini devono cessare. Immediatamente. 

Aggiornamento del 15 maggio, ore 13.30

Sono 42 i bambini uccisi. 38 le scuole danneggiate.

Ieri sera, altri 8 bambini palestinesi sono stati uccisi nella Striscia di Gaza. Il più piccolo aveva 4 anni, il più grande 15.

Dall'inizio dell'escalation 5 giorni fa, 40 bambini sono stati uccisi nella Striscia di Gaza e 2 in Israele. Questi sono bambini. Questa è una grave violazione.

Decine di altri bambini sono stati feriti. Molti giovani palestinesi sono stati arrestati. 

35 scuole nella Striscia di Gaza e 3 scuole in Israele sono state danneggiate dalle violenze. Gli attacchi alle scuole e alle strutture educative rappresentano una grave violazione contro i bambini.

Aggiornamento del 17 maggio, ore 10

Le notizie riportano che almeno 55 bambini nello Stato di Palestina e 2 bambini in Israele sono stati uccisi. 

Nonostante le violenze in corso, l’UNICEF continua a fornire aiuti nella Striscia di Gaza con forniture che comprendono soluzioni saline, glucosio, antibiotici, soluzioni reidratanti orali e materiali per la distribuzione e la purificazione dell'acqua. Chiediamo l'accesso umanitario per portare maggiore assistenza, che risulta estremamente necessaria.

Aggiornamento del 17 maggio, ore 13.15

Secondo le ultime notizie ricevute, dal 10 maggio 58 bambini sono stati uccisi nella Striscia di Gaza e 2 sono stati uccisi in Israele.

A Gaza sono grandi i bisogni umanitari - acqua, salute, supporto psicosociale. L'UNICEF sta consegnando gli aiuti già presenti sul campo prima dell'inizio delle violenze, ma è necessaria una tregua umanitaria per consentire l'accesso dell'organizzazione alle zone colpite.

La violenza deve finire. 

Aggiornamento del 18 maggio, ore 9.30

Secondo le ultime notizie ricevute, dal 10 maggio, sono stati 60 i bambini uccisi nella Striscia di Gaza e 2 in Israele.

La situazione a Gaza è terribile. Più di 38.000 persone risultano sfollate e hanno trovato riparo in 48 scuole. Altre 41 scuole risultano danneggiate.

Questa è la quarta grave escalation di violenza che i bambini di Gaza subiscono dal 2009.
L'UNICEF e i suoi partner stanno lavorando per fornire servizi di consultorio a distanza ai bambini e alle famiglie colpite.

Aggiornamento del 21 maggio, ore 19.00

Nelle ore in cui si apprende dell'accordo sul cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, registriamo che negli ultimi 11 giorni sono arrivate notizie di almeno 65 bambini palestinesi uccisi e altri 540 feriti e di 2 bambini uccisi e 60 feriti in Israele.

Questi non sono numeri ma bambini, ragazzi e ragazze, come ogni altro nel mondo, e hanno sogni e aspirazioni. La maggior parte dei bambini uccisi si trovavano nelle loro case, dove avrebbero dovuto essere al sicuro. Ora non ci sono più. Le loro vite sono state interrotte, così il loro futuro. I bombardamenti sono stati così pesanti che alcuni bambini sono rimasti sotto le macerie per ore prima di essere tirati fuori.

Circa 107.000 persone sono state costrette a lasciare le loro case alla ricerca di un posto sicuro e con pochissimo preavviso. Alcuni con solo i vestiti che avevano addosso. Alcuni hanno pianificato meglio e tutto ciò che hanno potuto prendere è stata una borsa, pronta per ogni evenienza. Tra gli sfollati, più di 9.000 famiglie hanno trovato rifugio in 58 scuole dell'UNRWA in tutta la striscia di Gaza, le altre in case case di parenti e amici.

13/05/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama