Un giorno nella vita di Muna, nel campo sfollati di Al Sha’ab

6 minuti di lettura

24/03/2021

Muna Zayed ha 10 anni ed è una degli oltre 1,7 milioni di bambini sfollati interni dello Yemen, dove si registra la più grande emergenza umanitaria al mondo. La situazione nello Yemen era già grave ma la pandemia di COVID-19 ha reso le cose ancora più difficili. 

Muna vive con la sua famiglia nel campo di Al Sha’ab ad Aden, nel sud del paese, da quando i continui combattimenti hanno costretto tutti a fuggire dalla loro casa di Taiz.

Durante la scorsa primavera, la sua scuola è stata chiusa per prevenire la diffusione del COVID-19.
Muna vuole mostrare al mondo com'è una giornata tipo nel campo di Al Sha’ab. 

Il diario di Muna: come difendersi dal COVID-19

Muna ci mostra la sua casa, il punto dove si gioca, il letto in cui dorme insieme ai suoi fratelli e poi dove si cucina. 

Prima di tutto è importante procurarsi dell'acqua: così lei e una sua compagna di scuola si incamminano verso il principale serbatoio del campo per prendere acqua pulita con cui cucinare e lavarsi.

Per strada, si fermano ai bagni principali del campo, così Muna può lavarsi il viso. Le persone che vivono qui cercano di mantenere i bagni puliti, per ridurre il rischio di contagiarsi con il coronavirus.

Muna cerca di procurarsi l’acqua quando ci sono meno persone, così ci sono meno possibilità di essere contagiati.

Il cugino di Muna porta alcune verdure a casa: lei le prende e le lava con cura, prima di tagliarle per poi cucinarle insieme a sua madre.

Sono felice di stare con la mia famiglia

Muna

Per approfondire

Nell’agosto 2020 in Yemen sono stati confermati quasi 2000 casi di COVID-19, di cui oltre 1100 guarigioni e quasi 570 decessi.

La pandemia ha comportato una maggiore pressione sul già fragile sistema sanitario (più della metà delle strutture sanitarie non sono operative) mentre la carenza di beni e servizi, con l'interruzione delle catene di approvvigionamento, potrebbe portare ulteriore perdita di reddito per le famiglie.

Almeno 2 milioni di bambini in Yemen non frequentavano  la scuola prima della pandemia di COVID-19 e, dopo la chiusura della scuole, altri 5,8 milioni di bambini hanno visto la loro istruzione interrotta. Questa situazione, sommata al peggioramento della situazione economica dovuta alle restrizioni contro il COVID-19 hanno reso donne e bambini maggiormente vulnerabili a sfruttamento, violenza, abusi, lavoro minorile, violenza domestica e di genere e matrimonio infantile.

Per saperne di più Emergenza Yemen

Dobbiamo lavarci bene le mani per non prendere il coronavirus. Al campo spesso manca il sapone ma noi cerchiamo di lavarle lo stesso con cura.

Muna

24/03/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama