Un passo avanti nel contrasto alla povertà e all’esclusione sociale: nasce “DesTEENazione-Desideri in Azione”

4 minuti di lettura

20/03/2024

Ancora un passo avanti verso la Garanzia Europea per l’Infanzia con la presentazione di “DesTEENazione-Desideri in Azione”, il programma, che stanzia circa 250 milioni di euro del Programma Nazionale Inclusione e Lotta alla povertà 2021-2027, per la realizzazione di 60 comunità adolescenti in tutta Italia. L’iniziativa nasce da un esercizio di ascolto e partecipazione che ha visti coinvolti ragazze e ragazzi dello Youth Advisory Board, l’organo consultivo giovanile creato nell’ambito della Garanzia Europea per l’Infanzia.

La presentazione, tenutasi il 20 marzo al MAXXI, è stata un’importante occasione di confronto e di condivisione tra diverse generazioni e istituzioni, ponendo al centro le esigenze dei giovani. I protagonisti principali sono stati i membri dello Youth Advisory Board (YAB), l'organismo di partecipazione degli adolescenti all'iniziativa europea Garanzia Infanzia per il contrasto alla povertà minorile e all'esclusione sociale. Creato dall'UNICEF in collaborazione con il MLPS e il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto dell'Istituto degli Innocenti, questo gruppo di ragazze e ragazzi dai 15 ai 21 anni ha il compito di prendere parte, insieme alle istituzioni, all'implementazione, al monitoraggio e alla valutazione del Piano Nazionale per l'attuazione della Garanzia Infanzia, raccogliendo ed amplificando la voce dei propri coetanei al fine di meglio orientare politiche e servizi a loro dedicati.

Le ragazze e i ragazzi dello YAB hanno condiviso le loro storie e il percorso che li ha portati alla realizzazione del nome e del brand “DesTEENazione”

Negli ultimi due anni lo YAB ha più volte portato alle istituzioni le evidenze raccolte tramite sondaggi e la pagina Instagram relative alla necessita di spazi di aggregazione, incontro e scambio per pre-adolescenti e adolescenti. Spazi che, con l'acutizzarsi di fenomeni di isolamento e malessere psicosociale durante e dopo la pandemia, risultano sempre più necessari. Nel dialogo costante con le istituzioni allo YAB è stato chiesto anche di partecipare alla creazione di un nome e un brand, in preparazione del lancio di questo avviso pubblico.

Le comunità adolescenti in fase di costituzione nascono proprio come innovativi spazi multifunzionali con servizi dedicati a bambine/i e ragazze/i dagli 11 ai 18 anni, in cui possano ritrovarsi e trovare risposte qualificate ai tanti bisogni, spesso inascoltati, di un’età così complessa.

È stato stimolante poter condividere le nostre esperienze direttamente con le istituzioni e lavorare insieme per promuovere il benessere di preadolescenti e adolescenti. Le Comunità Adolescenti rappresentano un'opportunità straordinaria per garantire ai ragazzi e alle ragazze uno spazio di crescita e di sviluppo sano.

Sofia el Goud, 17 anni, membro dello YAB

L’intervento di Sofia in cui racconta il proprio percorso nello YAB

Cristian, un altro membro dello YAB, ha aggiunto: "Vivere all’interno di una comunità̀, coltivare relazioni tra pari e intergenerazionali, ci consente di abitare diversamente i nostri quartieri, i paesi e le città. Per questo gli spazi di incontro e di relazione sono così importanti”

Ezekiele ha concluso: “Il nome e il brand che abbiamo pensato ‘DesTEENazione’ sono stati presentati oggi con grande entusiasmo e accoglienza. Riflettono i valori di partecipazione e speranza che guidano il nostro impegno. Siamo fiduciosi che le Comunità Adolescenti contribuiranno in modo significativo alla costruzione di un futuro migliore per bambine, bambini, ragazze e ragazzi in tutta in Italia.”

L’evento è stato aperto dal Viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Teresa Bellucci, mentre le conclusioni sono state tenute dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, e dalla Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Eugenia Roccella. I lavori sono stati moderati da Maria Antonietta Spadorcia, Vicedirettore del TG2. Erano inoltre presenti all’evento l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza e la Consulta dei Giovani della Garante Carla Garlatti e Paolo Onelli, capo dipartimento della Direzione Generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale che hanno colloquiato sui temi riguardanti la salute mentale con il cantante Il Tre ed una platea di oltre cento adolescenti.

20/03/2024

News ed Aggiornamenti

Dona 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama