Un testamento per l'UNICEF

4 minuti di lettura

16/11/2009

Domande e risposte

1) E' necessario andare da notaio per fare testamento?

Le principali forme di testamento sono: il testamento pubblico, cioè redatto da un Notaio alla presenza di due testimoni e il testamento olografo, cioè scritto interamente di proprio pugno, datato (indicando giorno, mese ed anno) e firmato.
 
Può essere steso su qualsiasi tipo di carta.

2) Come devo indicare esattamente l'UNICEF nel mio testamento?

UNICEF - Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia

3) A chi devo dare il testamento una volta scritto?

Il testamento olografo può essere conservato in un luogo sicuro, meglio se consegnato ad una persona di fiducia, oppure a un Notaio affinché lo tenga in deposito. Il Notaio che collabora con il Comitato Italiano per l'UNICEF è disponibile a tenere il testamento in deposito a titolo gratuito.

4) Cosa posso lasciare all'UNICEF?

  • una somma di denaro, titoli, azioni, fondi di investimento

  • beni mobili come opere d'arte, gioielli, arredi

  • beni immobili, come un appartamento, un terreno, un fabbricato, ecc.

  • l'intero patrimonio

  • una polizza vita nominando l'UNICEF come beneficiario

5) Posso nominare l'UNICEF insieme ad altri eredi nel mio testamento?

Si. L'importante è che venga indicato chiaramente ciò che viene lasciato a ogni erede o legatario nominato nell'atto.

6) Posso indicare nel testamento un progetto al quale destinare il mio lascito?

Per motivi di disponibilità del lascito testamentario e bisogni dei bambini nel momento in cui l'UNICEF potrà disporre della liquidità, consigliamo di indicare nel testamento le aree di intervento alle quali si vuole destinare il proprio lascito, quali ad esempio: l'istruzione, la nutrizione, la maternità sicura, l'acqua e l'igiene.

7) Posso fare testamento solo per disporre un lascito all'UNICEF, senza dovermi preoccupare di decidere a chi destinare il mio intero patrimonio?

Si, utilizzando l'esempio del "testamento per l'UNICEF". In questo caso la successione sarà regolata dal testamento solo per i beni indicati nello stesso, mentre tutti gli altri beni non specificati nell'atto saranno devoluti secondo la successione legittima.

8) Chi sono gli eredi legittimari?

Sono il coniuge, i figli e in assenza di questi i genitori. A loro per legge viene riservata una quota di eredità anche nel caso in cui venga disposto testamento (artt. 536-564 del Codice Civile).

9) Chi sono gli eredi legittimi?

Sono i parenti ai quali in assenza di testamento spetta l'eredità. E sono il coniuge, i discendenti, gli ascendenti (genitori, nonni), i fratelli e le sorelle e gli altri parenti fino al sesto grado. In mancanza di eredi legittimi e di testamento i beni passano allo Stato.

10) Posso fare testamento insieme a mia moglie/marito con uno stesso scritto?

No. Il testamento è personale. Ognuno dei coniugi deve esprimere le proprie volontà in testamenti separati.

11) Posso modificare o annullare il mio testamento?

Si. Il testamento è un atto revocabile e pertanto può essere annullato o modificato in qualsiasi momento. Per farlo si deve scrivere sempre di proprio pugno "revoco in tutto o in parte il mio precedente testamento del ... come segue...."
È importante indicare sempre la data e la propria firma.

12) In quali casi il testamento olografo viene ritenuto nullo?

Il testamento olografo è nullo in questi tre casi: quando non è autografo, ovvero non è scritto integralmente di pugno del testatore, quando non è firmato e quando manca la data.

La firma deve essere posta alla fine delle disposizioni e la data deve contenere l'indicazione del giorno, mese ed anno.

Può essere impugnato per nullità ove le disposizioni siano contrarie alla legge, al buon costume e all'ordine pubblico; o quando si provasse che il testatore versava in situazioni di incapacità.

13) Come gestisce l'UNICEF i beni immobili che gli vengono lasciati?

I beni immobili (appartamenti, terreni, ecc.) che l'UNICEF riceve tramite testamento vengono venduti al miglior prezzo realizzabile e il ricavato viene devoluto ai progetti dell'organizzazione in favore dei bambini nei Paesi in via di sviluppo. Clicca qui per maggiori informazioni.

14) Posso nominare l'UNICEF beneficiario della mia polizza vita?

Si, basterà indicare sulla polizza l'UNICEF - Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, quale beneficiario del premio.

15) Anche per la polizza vita ci sono obblighi nei confronti degli eredi legittimari ?

No. La polizza vita non fa parte del patrimonio ereditario, pertanto non ci sono vincoli nei confronti degli eredi e chi sottoscrive la polizza può sceglierne liberamente il beneficiario.

16) Anche per la polizza vita ci sono obblighi nei confronti degli eredi legittimari ?

No. La polizza vita non fa parte del patrimonio ereditario, pertanto non ci sono vincoli nei confronti degli eredi e chi sottoscrive la polizza può sceglierne liberamente il beneficiario.

17) Ho già una polizza vita. Posso ugualmente nominare l'UNICEF beneficiario?

Si. Il titolare della polizza può decidere di nominare l'UNICEF beneficiario sia al momento della sottoscrizione della polizza, sia con dichiarazione successiva, sia per testamento.

16/11/2009

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama