Imperia

Imperia accoglie il nuovo consiglio comunale dei ragazzi

2 minuti di lettura

30/11/2015

19 novembre 2015 - l Comune di Imperia vuole ricordare questo importante appuntamento per sottolineare una volta di più quali siano i diritti dei minori che gli Adulti non devono mai dimenticare e, a tal proposito, organizza l’insediamento ufficiale del Consiglio Comunale dei ragazzi, che si terrà appunto domani 20 novembre. La cerimonia, alla presenza delle autorità e dell'UNICEF, avverrà presso la sala consiliare del Comune di Imperia alle ore 10,00. 

Gli scorsi anni i bambini, il sindaco e gli assessori si sono così espressi. 

Il Sindaco dei Ragazzi afferma «sono certo che il Consiglio, con il lavoro che svolgeremo mercoledì, esalterà il valore di una carta che rappresenta un vero spartiacque per il riconoscimento dei diritti del bambino che per la prima volta viene riconosciuto come Soggetto,come Cittadino.» 

Continua ancora affermando «certamente esiste un distacco tra i principi sostenuti nella Convenzione Internazionale per i Diritti del Bambino e la realtà visti anche i tristi episodi che ogni giorno purtroppo si apprendono dalla cronaca.. speriamo che l’impegno di ognuno di noi porti ad un domani migliore».

L’Assessore Risso ricorda che «questa Convenzione rappresenta il Trattato sui diritti umani maggiormente ratificato nella storia umana ed anche il più importante strumento giuridico a disposizione di tutti coloro che, educatori naturali od istituzionali, si battono per un mondo in cui ogni bambino e ogni bambina abbiano le medesime opportunità di diventare protagonisti del proprio futuro. Il rispetto dei diritti di ogni bambino, così solennemente sancito, è diventato la base irrinunciabile dalle quale, Noi amministratori, dobbiamo far partire ogni intervento volto a migliorare le condizioni di vita e di sviluppo dell’infanzia e dell’adolescenza». 

Il Sindaco Capacci, che ha ricevuto dall’ex Sindaco Strescino il testimone di Sindaco Difensore Ideale dei Bambini onorificenza data dall’UNICEF ITALIA, aggiunge: « È vero: la Convenzione ONU ci indica quale strada percorrere per tutelare e affermare i diritti dell’infanzia, ma le Istituzioni, da sole, non possono dare una risposta alle esigenze fondamentali dei bambini. Nessuna tutela giuridica e giudiziaria sarà mai sufficiente senza un’ attenzione da parte di tutta la società nei confronti delle generazioni future».

30/11/2015

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama