Imperia

Sicurezza dei minori sul web, un progetto con l'UNICEF a Imperia

2 minuti di lettura

21/03/2013

"Porte aperte alla sicurezza in rete" è una nuova iniziativa per la tutela dei minori dai rischi su Internet e le nuove tecnologie, nata nell'ambito del Progetto educativo "@mici in rete".

Partirà in via sperimentale lunedì 25 marzo 2013, a partire dalle h. 14, presso l'Istituto comprensivo di Bordighera (IM) in via Pelloux grazie alla collaborazione del Dirigente scolastico Sergio Maria Conti e successivamente presso gli Istituti scolastici della provincia o associazioni interessati ad ospitare per un pomeriggio nell'aula di informatica della scuola o altre sedi uno degli esperti informatici che collaborano al Progetto di prevenzione.

Nell'occasione il consulente Daniele Carlo rimarrà per diverse ore a disposizione dei genitori, per soddisfare curiosità in campo informatico e dare consigli di prevenzione finalizzati a tutelare i ragazzi che utilizzano i cellulari e la rete Internet come straordinaria risorsa di conoscenza, ma che in essi corrono anche rischi da non sottovalutare nell'incontrare nuovi amici, chattare, postare commenti e foto su Facebook.

Nel pomeriggio del 25 marzo interverranno anche Colomba Tirari, presidente del Comitato provinciale per l'UNICEF di Imperia e Graziella Caliò, volontaria locale dell'UNICEF. La mattina a incontrare in aula gli studenti delle III medie sul tema della prevenzione dei rischi connessi a Internet e telefonia mobile oltre all'esperto informatico ci sarà anche la Dott.ssa Marina Viglino, psicologa, Presidente dell' Osservatorio Nazionale Nuove Dipendenze.

Il Progetto educativo "@mici in rete" promosso dal Comitato regionale per l'UNICEF della Liguria e dal Comitato provinciale per l'UNICEF di Imperia, è attivo sul territorio dal 2011 e ha visto crescenti adesioni di scuole, associazioni, comuni e professionisti esperti della rete e della psicologia degli adolescenti. È coordinato da Paola Ravani, anch'essa volontaria UNICEF di Imperia.

21/03/2013

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama