Pescara

A Torre dè Passeri (PE) nominati sindaco e vice sindaco junior

3 minuti di lettura

22/03/2011

Sabato 12 marzo, presso la palestra della Scuola Secondaria di I° grado di Torre de’Passeri (PE), si è tenuta l’elezione del sindaco e del vice-sindaco junior.

Dopo una breve premessa del Sindaco della cittadina, Antonello Linari, che ha invitato i ragazzi ad essere protagonisti attraverso il Consiglio Comunale dei ragazzi, ad esprimere bisogni e desideri, ad essere un “pungolo” per gli amministratori adulti, i candidati sono stati invitati a sedere al tavolo di lavoro per avviare le votazioni.

Tra i numerosi candidati presentati sono stati scelti: Giorgia Di Nino in qualità di Sindaco e Giorgio Confalone quale vice-sindaco. Chiamati dal Sindaco a fare delle proposte concrete, Alfredo Di Battista, ha proposto la valorizzazione dei percorsi turistici della zona per incentivare l’economia locale, mentre Giorgia Di Nino ha proposto la realizzazione di piste ciclabili.

Quest’iniziativa, ideata dall’UNICEF, insegna ai ragazzi ad essere responsabili e a considerare inscindibile il binomio diritto-dovere dando loro l’opportunità di imparare come si gestisce la cosa pubblica e la dinamica che regola l’elezione di un candidato ad un incarico pubblico: è, dunque, un momento di pura democrazia diretta.

Alla presenza della Sig.ra Anna Maria Cappa Monti, Presidente del Comitato Regionale UNICEF Abruzzo e dei volontari più giovani del gruppo Younicef c’è stata la consegna della pergamena di ringraziamento al Sindaco, alla Giunta Comunale e alle Scuole per aver partecipato attivamente ed economicamente ai progetti UNICEF.

La Presidente ha voluto ribadire l’impegno dell’UNICEF a favore dei ragazzi, presentando ufficialmente, davanti alla Giunta Comunale e al Consiglio dei ragazzi, il rapporto UNICEF del 2011 sull’adolescenza: anche nelle nazioni più ricche ci sono e ci saranno sempre dei bambini con standard di vita sotto la media nazionale, sia in salute, benessere materiale e istruzione. Il ruolo dei Governi è quindi fondamentale per mettere in atto interventi mirati di lotta alla povertà, soprattutto perché gli effetti della crisi continuano ad acuire e a farsi sentire, rischiando di lasciare indietro chi già viveva e vive una condizione di svantaggio. Ancora una volta è emerso che il diritto all’istruzione è l’unico strumento per combattere lo sfruttamento sessuale dei minori, il lavoro minorile e la tragedia dei bambini-soldato che vivono nei Paesi in guerra.

La cerimonia si è aperta e conclusa con l’intonazione dell’Inno di Mameli, allorché si è ricordata la festività del 150° anniversario dell’Unità d’Italia che ha visto l’Amministrazione Comunale coinvolta in una serie di celebrazioni, nel tentativo di ricordare ai cittadini, giovani e meno giovani, quanto sia importante il principio di solidarietà nel nostro e per il nostro Paese.

22/03/2011

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama