Pescara

Il Sindaco di Pescara incontra il gruppo Younicef

2 minuti di lettura

04/03/2011

“Giovani che parlano ai giovani, per approfondire quelle problematiche e quei disagi tipici dell’adolescenza e offrire ai ragazzi un’opportunità per sentirsi utili, avvicinandosi al volontariato teso a sostenere i propri coetanei.

E’ l’esempio offerto dai Giovani del gruppo Younicef di Pescara, un gruppo di 20 ragazzi appena ventenni che si stanno rendendo protagonisti del nuovo impegno dell’associazione nel sociale e che l’amministrazione comunale di Pescara è pronta a sostenere”.

Lo ha detto, riferisce testualmente una nota dell’ufficio stampa del Comune di Pescara,  il sindaco Luigi Albore Mascia che in Comune ha incontrato la Presidente del Comitato Regionale dell'UNICEF Abruzzo Annamaria Monti, affiancata dai giovani Mauro Antonio Del Rosso e Claudio D’Andreamatteo, impegnati nella consegna del Rapporto UNICEF 2011 alle pubbliche amministrazioni.

“Il Rapporto,  ha spiegato la Presidente Monti, ci dice che oggi si sta spostando la fascia della cosiddetta emergenza minorile: negli ultimi anni l'UNICEF, e tutte le Istituzioni, hanno lavorato moltissimo per garantire la tutela e la salvezza dei bambini più piccoli, i più indifesi. Abbiamo investito nell’istruzione elementare sino al completamento della scuola dell’obbligo, abbiamo puntato sulla realizzazione di strutture di assistenza e sostegno della prima infanzia e i risultati si vedono: oggi si è ridotta ampiamente la forbice dei 40 mila bambini che morivano nel mondo ogni anno per violenze, abbandono o denutrizione. Ma scopriamo che si sta creando una nuova emergenza nella fascia adolescenziale, compresa tra i 15 e i 18 anni, ossia tra quei ragazzi che, terminata la scuola dell’obbligo, si vedono abbandonati, non più bambini, ma nemmeno adulti, ragazzi ai quali è stata dedicata poca attenzione e che rischiano di perdersi. Anche l'UNICEF ha dunque posto l’attenzione sulla necessità di investire su tale fascia della popolazione, puntando ancora una volta sulla formazione, dunque terminate le scuole dell’obbligo garantire loro la possibilità di frequentare un corso professionale”.

E per far ciò l'UNICEF sta mirando alla costituzione del gruppo Younicef, i giovani volontari dellìUNICEF, ragazzi poco più che adolescenti "che più facilmente possono parlare il linguaggio dei propri coetanei, conoscerne le esigenze, le peculiarità, le paure, i timori e le speranze" , ha detto il sindaco Albore Mascia.

 L’amministrazione comunale di Pescara esprime ovviamente un plauso al gruppo pescarese che conta già la presenza attiva e operativa di circa 20 unità, ragazzi che sicuramente "renderemo protagonisti nelle prossime iniziative che dedicheremo al disagio giovanile”.

04/03/2011

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama