[/italia/regioni/province/]
AREA

Basilicata

Scacchi: una grande passione!

  Da sinistra Mario Coviello, Angela Granata, Giuseppe Siciliano e Luigi Maria Caggiano
Da sinistra Mario Coviello, Angela Granata, Giuseppe Siciliano e Luigi Maria Caggiano

13 maggio 2019 - Al Palercole di Policoro (Matera) le finali del Torneo Italiano Scacchi Scuola con la Federazione Scacchistica Italiana e la sua Delegazione di Basilicata, l’Accademia degli Scacchi di Potenza, Il Comitato Regionale #UNICEF di Basilicata, il Comune di Policoro, Unichess, Accademia degli Scacchi e Le Due Torri.

Gli scacchi nella loro vicenda plurimillenaria hanno toccato e contaminato tutte le branche della cultura mondiale.

1.625 giocatori dai 6 ai 18 anni, divisi in  331 squadre di 20 regioni italiane, da giovedì 9 maggio e fino a domenica 12, disputano le finali del Torneo Italiano Scacchi Scuola al PalaErcole di Policoro.

La manifestazione di scacchi a squadre è riservata alle scuole e ha preso l’eredità dei Campionati Giovanili Studenteschi. In programma sette turni. Cadenza di gioco 40’+20? nei tornei delle scuole medie di primo e secondo grado, 60' per le scuole primarie di primo grado.Titoli in palio: Primarie M e FCadetti M e F, Allievi M e F, Juniores M e F.

Quella degli Scacchi è una realtà consolidata in Basilicata grazie alla FSI e all’Accademia degli Scacchi che sono riuscite nel difficile compito di promuovere e far crescere questa disciplina.

Grazie alla perfetta organizzazione dei responsabili lucani del gioco degli scacchi, le gare avvengono in perfetta concentrazione, guidate da giudici attenti in tutte le fasi del gioco. Il pubblico si assiepa sugli spalti e segue con attenzione le mosse dei giocatori. I docenti e i genitori accompagnatori vivono con i giocatori le emozioni delle gare e aspettano la mossa decisiva che darà la vittoria al più concentrato, preparato, fortunato…

Angela Granata, la presidente del Comitato Regionale Unicef di Basilicata, ha sottoscritto una convenzione con l’Accademia degli Scacchi e quest’anno, per la prima volta in Basilicata con Scuola Amica Unicef, nella scuola primaria di San Cataldo, oltre 50 alunni hanno cominciato ad imparare il gioco degli scacchi, guidati da Luigi Maria Caggiano, presidente dell’Accademia Scacchi di Potenza.

In occasione delle finali, sabato 11, dalle 9,30, alle 13,30, Angela Granata, Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale di Potenza, e Giuseppe Siciliano, volontario di grande cuore e molto intraprendente, hanno portato al PalaErcole le pigotte Unicef che, adottate a 20 euro, salvano la vita dei bambini più poveri con un ciclo completo di vaccinazioni. Per questa finale ciascuna delle pigotte ha un logo UNICEF-Accademia degli Scacchi Potenza - Finale del Torneo Nazionale.

Molte pigotte sono state adottate e molti portachiavi, penne salvavita, campanellini, bags, domino e trottole sono state acquistate da piccoli e grandi generosi. Così al gioco, alla concentrazione e al divertimento si è unita la solidarietà verso i bambini più poveri.

Si gioca a scacchi anche per terra, all’ingresso. C’è perfetta fusione fra piccoli e grandi. Nell’immenso stadio coperto si respira concentrazione, logica, tattica, capacità di ragionamento. I giocatori in classe e nei club hanno imparato le regole, sono leali e si rispettano. Si muovono ordinati, in silenzio e solo fuori dallo stadio esultano per la vittoria conseguita o si rammaricano per aver sbagliato la mossa decisiva. Tutti sono contenti di giocare e la graduatoria registra i progressi di ciascuno.

E’ bello che ragazzi e ragazze e adulti di 20 regioni imparino in questa occasione a conoscere le bellezze della Basilicata perchè i villaggi che li ospitano e le giornate miti consentono di godere al pomeriggio un mare di smeraldo e non solo.

A differenza delle altre spiagge lucane che si affacciano sullo Ionio, la spiaggia di Policoro è fatta da sabbia e piccoli ciottoli. Talvolta è possibile avvistare gruppi di delfini che nuotano al largo.

Policoro sorge a pochi chilometri dalle rovine dell’antica polis greca di Heraklea. In prossimità del parco archeologico è possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale della Sirtide che custodisce corredi funerari, armature in bronzo, gioielli in argento, oro e ambra.

A pochi chilometri dalla città si trova l’oasi WWF Policoro Hearklea, che fa parte della vasta Riserva naturale orientata Bosco Pantano di Policoro (500 ettari). È uno degli ultimi boschi allagati costieri del nostro paese ed è una metà imperdibile per gli appassionati di birdwatching.

Gli scacchi sono occasione di confronto agonistico basato su sportività e correttezza e di incontro tra migliaia di ragazzi provenienti da scuole di tutta Italia che possono conoscersi e fare amicizia sotto l’emblema del “gens una sumus” che è il motto della Federazione internazionale degli scacchi.

Angela Granata, presidente regionale Unicef Basilicata ha salutato così gli ospiti della finale: “Un saluto con il cuore dell’UNICEF Basilicata pieno di calore come il calore del sole del sud che spero possa farsi sentire durante il Vostro soggiorno a Policoro.

E’ un momento di grande aggregazione dai più piccoli ai più grandi provenienti da tutta l’Italia e riuniti per gli scacchi, un gioco ma anche uno sport di cui si devono sottolineare il valore di linguaggio universale, la forte valenza pedagogica, didattica e psicologica.

La Mission dell’UNICEF è quella di promuovere la tutela dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza: a ciascun bambino o adolescente deve essere garantito, tra gli altri, anche il diritto di dedicarsi al gioco e allo sport quali componenti dell’apprendimento e dello sviluppo della personalità.

L’incontro di Policoro è il momento conclusivo di un lungo percorso di crescita e di formazione che vi ha visto protagonisti con la finalità di educarvi alla sana competizione e a comportamenti di collaborazione e non violenza.




   Tags:  unicef potenza