[/sostienici/aziende/documenti/dettaglio.htm]

le aziende per UNICEF

ClioMakeUp: il mio impegno per i bambini, senza trucco

Clio con la piccola Grace - ©ClioMakeUp
Clio con la piccola Grace - ©ClioMakeUp
27 maggio 2019 - È la più famosa make up artist italiana, con un proprio marchio ormai noto a livello internazionale. 

Spinta da uno slancio creativo e imprenditoriale, è riuscita a trasformare la sua più grande passione in un mestiere, ispirando quotidianamente milioni di donne in tutta Italia. Ma prima di essere ClioMakeUp, regina indiscussa in Italia nell'ambito della cosmesi, con 7 milioni di follower complessivi  tra Instagram, Twitter, Facebook e YouTube, lei è Clio Zammatteo, classe 1982 da Belluno, mamma di Grace (2 anni a luglio).

Nata su YouTube nel 2008, oggi ClioMakeUp presidia le maggiori piattaforme digitali passando con disinvoltura dall'online all'offline, per un’esperienza all-line

Il lavoro quotidiano di Clio fa parte delle nuove professioni nate con l'avvento dei media digitali, che molte persone faticano ancora a decifrare (davvero esiste qualcuno che di mestiere fa il food blogger? si può diventare una celebrità indossando dei capi di vestiario online?). E se questo accade ancora oggi, immaginiamo quanto fosse visionaria Clio quando sognava di fare un mestiere che neppure esisteva.

«Mi sono trasferita oltreoceano, ho dovuto lasciare la mia famiglia di origine e la mia casa, ho dovuto pian piano imparare una nuova lingua e infine vincere la mia timidezza» scrive Clio nel suo blog «Sono orgogliosa di averci creduto fino in fondo e di non aver mai dato retta a tutte le persone che mi dicevano che non ce l’avrei mai fatta.»

Quando l'UNICEF, in prossimità della Giornata Internazionale della Donna, le ha proposto di sostenere la propria campagna di sensibilizzazione incentrata sull'empowerment delle bambine e delle ragazze caratterizzata dall'hashtag #PossoFareCiòCheVoglio, per Clio è stato naturale dire di sì.

«Il messaggio dell’UNICEF, che condivido appieno, è chiaro: bisogna avere il coraggio di costruire un mondo, da lasciare ai nostri figli e figlie, uomini e donne di domani, dove, per esempio, anche le bambine possano sognare di diventare un’astronauta, un chirurgo, un pugile o una principessa.»
 
Con Clio conoscersi e piacersi è stato un tutt'uno. Un paio di mesi dopo, era già nuovamente al nostro fianco. Anche questa volta in occasione di una ricorrenza (la Festa della Mamma), ma su un terreno più delicato e impegnativo: la lotta alla mortalità neonatale.

Un tema che per una giovane donna e mamma non può non evocare sentimenti profondi e personali.

«Circa due anni fa quando sono arrivata in ospedale ho avuto subito la certezza che se fosse successo qualcosa si sarebbero presi cura di me; le ansie e le paure pian piano si sono trasformate in attesa, gioia e felicità. Ero felice e trepidante di abbracciare per la prima volta la mia piccolina.»

Per tante donne questa sicurezza purtroppo è tutt'altro che garantita. Ogni giorno nel mondo muoiono 7.000 neonati - in 2 casi su 5 entro il giorno stesso del parto. Le cause sono per lo più la carenza di controlli prenatali e di personale qualificato al momento del parto, e lo scarso accesso a farmaci e ad attrezzature sanitarie di base.  
 
«Grazie all’UNICEF ho scoperto che tantissime mamme in tutto il mondo non possono unicamente godere della gioia di quel momento ma devono anzi preoccuparsi di una cosa a cui nessuna mamma in procinto di partorire dovrebbe badare: sopravvivere» scrive ancora Clio nel suo blog

«Per questo motivo ho deciso di rinnovare il mio impegno con l’UNICEF e supportare la campagna “Ogni bambino è vita” che ha come obiettivo quello di contrastare la mortalità neonatale e accendere una scintilla di speranza per la salute delle mamme e dei bambini di tutto il mondo.»

Ridurre la mortalità neonatale globale e promuovere la parità di genere e i diritti delle bambine nei Paesi in via di sviluppo sono obiettivi di straordinaria difficoltà, che richiedono impegno costante e risultati visibili solo nel lungo periodo.

In queste battaglie è importante avere al proprio fianco persone determinate e motivate.  Persone come Clio. Alla prossima, dunque...