Giornata internazionale dei diritti dei migranti

2 minuti di lettura

17/12/2012

Si celebra oggi la Giornata internazionale dei diritti dei migranti, istituita dalle Nazioni Unite nel 2000 in occasione dell’anniversario della data dell’adozione, da parte dell'Assemblea generale, della Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie, avvenuta il 18 dicembre 1990.

E' il 1972 quando in un incidente che coinvolge un camion che sta attraversando il tunnel del Monte Bianco perdono la vita 28 lavoratori originari del Mali, nascosti al suo interno con la speranza di raggiungere la Francia alla ricerca di migliori condizioni di vita.
 
La notizia induce le Nazioni Unite ad affrontare la condizione dei lavoratori migranti e nel 1979 viene istituito un gruppo di lavoro col mandato di redigere un' apposita Convenzione.

La Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie , entrata in vigore solamente nel 2003, al raggiungimento del numero minimo di adesioni necessarie, conta ad oggi 46 ratifiche quasi esclusivamente da parte di Paesi da cui hanno origine i flussi migratori, ragione questa che ha portato alla creazione di una Campagna globale allo scopo di far conoscere questo strumento normativo all'opinione pubblica e promuoverne la ratifica da parte del maggior numero possibile di Stati, soprattutto da parte dei Paesi di destinazione dei flussi migratori.

La Rete Global Migrants Action da due anni a questa parte lavora per la creazione di un movimento globale a sostegno dei diritti dei migranti facendo in modo che questa Giornata sia un luogo unitario nel quale far confluire tutte le iniziative che nel mondo le associazioni, singolarmente o in rete realizzano a tutela dei diritti dei migranti.
 
Quest’anno ha deciso di promuovere la Giornata puntando l'attenzione alla tragedia che quotidianamente si consuma alle frontiere europee.
 
Ogni giorno infatti migliaia di migranti muoiono o scompaiono nel viaggio verso un futuro migliore. Dal 1988 sono morte lungo le frontiere dell’Europa almeno 18.673 persone, di cui 2.352 soltanto nel corso del 2011 (dato aggiornato al 10 novembre 2012 basato sulle notizie censite negli archivi della stampa internazionale degli ultimi 24 anni (fonte: http://fortresseurope.blogspot.it/).
 
Anche l'UNICEF Italia, con la Campagna Io Come Tu promuove l'eguaglianza dei diritti umani e si adopera affinché a chiunque, specie se in una condizione di vulnerabilità - come nel il caso dei minorenni migranti - questi vengano riconosciuti.

17/12/2012

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama