Libia, una forte carenza di vaccini minaccia la salute dei bambini

3 minuti di lettura

05/11/2020

L’UNICEF e l’OMS sono estremamente preoccupati a causa della forte carenza in Libia di vaccini fondamentali, che minaccia la salute dei bambini del paese.   Nel 7 mesi passati, una carenza senza precedenti di vaccini nel paese ha interrotto i programmi di vaccinazione dei bambini e li ha esposti a rischio di malattie e morte.

 C’è stato un declino allarmante del numero di bambini che hanno ricevuto vaccini salvavita a livello globale.   In Libia questo declino è un risultato diretto della pandemia da COVID-19, che ha portato alla chiusura dei confini internazionali, restrizioni di movimento e ritardi nell’approvvigionamento e nella distribuzione dei vaccini.

 Molti centri di vaccinazione sono stati costretti a chiudere a causa di mancanza di dispositivi di protezione individuale per gli operatori sanitari.   Una recente verifica in 200 dei 700 siti per le vaccinazioni in Libia, portata avanti dal National Centre of Disease Control col supporto dell’UNICEF e dell’OMS, ha dimostrato che tutti i 200 siti avevano esaurito il vaccino BCG e avevano quantità estremamente limitate del vaccino esavalente.  

Il vaccino BCG protegge i bambini contro la tubercolosi, la malattia infettiva più letale al mondo. Il vaccino esavalente protegge contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, haemophilus B ed epatite B.
Dalla verifica è inoltre risultato che ci si aspetta di terminare le scorte di vaccini contro polio e morbillo entro la fine dell’anno.  

Se non verranno prese misure per rifornire le scorte di questi vaccini, probabilmente le malattie che prevengono si diffonderanno velocemente, con gravi conseguenze.

L'UNICEF e l'OMS hanno esortato le autorità nazionali a garantire l'immediato stanziamento di fondi per rifornire le scorte di vaccini del paese.

«I vaccini sono fra gli interventi di salute pubblica più importanti a livello globale. La vaccinazione protegge i bambini contro malattie gravi prevenibili con vaccino e riduce la mortalità dei bambini», ha dichiarato Elizabeth Hoff, rappresentante dell’OMS in Libia.

 «L'OMS non lesinerà sforzi per migliorare la copertura vaccinale dei bambini in tutto il paese, al fine di garantire un'infanzia sana e un futuro prospero»

«Mentre il mondo è in cerca delle molteplici vie per frenare la pandemia da COVID-19, è importante assicurare che i risultati ottenuti attraverso il programma esteso sulle vaccinazioni in Libia siano sostenuti. È essenziale che tutti i siti di vaccinazione ricevano una fornitura immediata di tutti i vaccini per garantire l’attuazione ininterrotta del programma di vaccinazione, sulla base dei protocolli nazionali», ha dichiarato AbdulKadir Musse, rappresentante speciale dell’UNICEF in Libia. «I vaccini sono fondamentali, e nessun bambino è al sicuro finché tutti i bambini saranno al sicuro».

05/11/2020

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama