"Maya, la mia corsa a piedi nudi": sabato 11 la presentazione del libro presso l'Auditorium di Brescia

3 minuti di lettura

02/12/2021

Sabato 11 dicembre alle ore 16.30, presso l’Auditorium San Barnaba di Brescia si terrà la presentazione del libro "Maya, la mia corsa a piedi nudi", il romanzo a cura di Alessandro Lucà che racconta la storia di Galina Stratulea, conosciuta da tutti come “Maya”.

Il libro è un romanzo autobiografico di Maya, giovane donna di origine moldava, oggi cittadina italiana e residente a Brescia, che grazie all’UNICEF ha trovato la forza e il coraggio per affrontare numerose avversità e oggi corre nelle principali maratone internazionali.

L'evento rientra tra le ricorrenze nazionali di UNICEF Italia per il 75° anniversario della sua nascita e vedrà presenti alcuni ospiti (oltre all'autore e alla stessa Maya):  Andrea Iacomini, Portavoce UNICEF Italia, rappresentanti di UNICEF Brescia, il preparatore Huber Rossi, Il Dott. Rosa organizzatore della BAM (Brescia Art Marathon), Federico Bicelli nuotatore, due volte campione europeo di nuoto paralimpico dei 100 m stile libero, medaglia di bronzo nella staffetta mista 4x100 maschile a Tokyo; il 28 novembre durante i campionati nazionali in vasca corta stabilisce ufficialmente il record mondiale dei 100 sl con il tempo di 1'00"14),  Pierangelo Glisenti Presidente Circolo Aamatori di Maya, Francesca Angelini, piscologa, psicoterapeuta e maratoneta.  

Carmela Pace, Presidente dell'UNICEF Italia, ha curato la prefazione del libro

"Pronti, annuncia lo start della gara, alla festa dei bambini organizzata dall’UNICEF, i partecipanti si preparano ai nastri di partenza.

Sono bambine e bambini, tra questi vi è Galina, ha nove anni è nata in Moldavia ma vive in Italia.

Al via Galina corre, corre a piedi nudi e vince i 600 metri. Riceve in premio un gelato che non aveva mai assaggiato.

Quel giorno per la prima volte Galina, attraverso l’UNICEF, si sente uguale agli altri bambini. 

Il ricordo di questa prima gara è indelebile e accompagnerà la protagonista per tutta la vita.

Il racconto autobiografico narra con passione e profondità la rinascita di una donna che sin da bambina ha dovuto correre su una strada in salita, tra povertà, fatica, delusioni e sofferenze. Ma che, grazie anche a quei “600 mt” percorsi a piedi scalzi nel lontano giugno 1995, oggi affronta le più prestigiose gare del mondo. 

Grazie a Galina e a tutti quelli per i quali lo sport non significa solo vincere, anche se è molto importante, che si possono diffondere valori come partecipare, appassionarsi, allenarsi, fare squadra, aiutare gli altri ed essere aiutati, impegnarsi per arrivare ad un risultato tutti insieme."

Estratto dalla Prefazione

Per approfondire

La presentazione rientra tra gli eventi nazionali di UNICEF Italia per la 75^ ricorrenza dalla sua nascita.

Il libro, edito da IOD EDIZIONI, è in vendita su tutte le piattaforme online e ordinabile in libreria.

Il progetto editoriale ha come obiettivo quello di diffondere la cultura sportiva tra i ragazzi più giovani coinvolgendo Istituti Scolastici e Istituzioni e la diffusione della cultura dell’integrazione sociale.

Parte del ricavato delle vendite del libro sarà donata a UNICEF Italia.
Il libro è acquistabile il giorno 11 dicembre oppure on line su tutte le piattaforme o al seguente link:
Ioedizioni

02/12/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama