Obiettivi del Millennio: - 1.000 giorni e un nuovo sito

3 minuti di lettura

04/04/2013

Era il settembre 2000, quando il mondo iniziava a delineare una visione comune e stabiliva 8 ambiziosi traguardi (gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio) per migliorare le condizioni di vita di gran parte della popolazione del pianeta entro il 2015.

Oggi il Segretariato Generale delle Nazioni Unite celebra i 1.000 giorni che ci separano da questa storica scadenza, e per l'occasione l’UNICEF lancia un nuovo sito web dedicato ai progressi compiuti e a quanto ancora rimane da fare in vista del traguardo finale.
 

Tra progressi impressionanti e disparità scoraggianti

Oggi possiamo celebrare enormi conquiste.
 
La mortalità infantile è stata quasi dimezzata (da 12 milioni di decessi tra i bambini sotto i 5 anni del 1990 ai 6,9 milioni del 2011). Nello stesso periodo, oltre 2 miliardi di persone hanno guadagnato l'accesso all'acqua potabile e il numero di donne che muoiono per cause legate alla gravidanza e al parto si è ridotto del 47%. Molti più bambini frequentano la scuola e sono migliorati quasi tutti gli indicatori sulla salute materno-infantile

I progressi, però, sono stati diseguali e milioni di bambini ne restano esclusi, soprattutto in ambiente rurale, nelle periferie delle grandi metropoli e fra le minoranze etniche. Ad esempio, come ha ricordato al Meeting Globale tenutosi ieri a Madrid su fame e sicurezza alimentare il Direttore dell’UNICEF Anthony Lake, ancora 165 milioni di bambini affetti da malnutrizione cronica. Per questi bambini l’impatto dannoso della povertà e di inadeguata alimentazione ha conseguenze irreversibili.

Un sito per amplificare la voce dei bambini

Sin dall’adozione della Dichiarazione e degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, oltre 12 anni fa, l’UNICEF e le organizzazioni partner hanno lavorato ogni giorno per promuovere il benessere dell'infanzia: cooperando con gli Stati per adeguare le leggi e le politiche, conducendo programmi e progetti di sviluppo umano, distribuendo aiuti umanitari nelle emergenze e sviluppando interventi innovativi e creativi per affrontare le nuove sfide.
 
Oggi, a 1.000 giorni dalla scadenza, l’UNICEF lancia un mini-sito web dedicato agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio: www.unicef.org/lastchild
 
Invitiamo tutti a utilizzare il sito per seguire la storia del percorso avviato nel 2000 e l’impatto che sta avendo sulla vita dei bambini, dei ragazzi e delle madri.
 
Il sito offre a ciascun utente del web la possibilità di fare qualcosa per amplificare la voce dell'UNICEF in difesa dei diritti dei bambini ancora esclusi dal progresso nello sviluppo umano.
 
I visitatori di www.unicef.org/lastchild sono invitati a condividere le informazioni sui propri social media usando l’hashtag #lastchild1st, aggiungendo le proprie opinioni su quanto la comunità internazionale sta facendo (o sta mancando di fare) per i bambini.
 
Per due settimane, sulla pagina Facebook globale dell’UNICEF avrà luogo una gara alla quale tutti possono partecipare nominando o votando la persona che pensano interpreti più di ogni altra lo spirito dell'UNICEF: "mettere al primo posto l’ultimo dei bambini”.
 
Partecipa anche tu ed esprimi le tue opinioni su www.unicef.org/lastchild !

04/04/2013

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama