Progetto "Lost in Education", un video e 14 forum online per costruire nuove comunità educanti

5 minuti di lettura

04/11/2020

Prosegue, si arricchisce e si rinnova il progetto nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,

Il progetto, che vede coinvolti 4.500 ragazzi e ragazze, 900 famiglie, 600 docenti e 255 attori sociali sul tema del contrasto alla povertà educativa minorile, vedrà domani il primo dei 14 Forum territoriali online e il lancio del nuovo video “Lost in Education - Costruire comunità educanti insieme”.

La nuova ondata di contagi da COVID-19 che sta investendo il nostro Paese ci ha fatto confrontare con nuove modalità di ascolto e partecipazione. 

Per questo l'UNICEF Italia ha rinnovato il progetto in chiave virtuale e mettendo ancora più al centro i ragazzi, interrogandoli sul futuro che immaginano dopo la pandemia. Le loro osservazioni e proposte saranno strumento per tradurre questa esperienza di distanziamento in azioni concrete per contribuire, migliorare e riavvicinare le nostre società e per costruire patti educativi territoriali

I forum territoriali

Domani, venerdì 6 novembre, si terrà il primo dei 14  Forum territoriali online: luoghi di incontro e confronto tra ragazzi, docenti, famiglie, agenzie educative, attori del Terzo settore e del mondo profit, enti pubblici e realtà che si occupano di minorenni a livello territoriale. 

All’interno dei Forum si attiveranno altrettanti tavoli di partecipazione attiva, in cui scambiare buone prassi e individuare strategie comuni alle situazioni di povertà educativa o di disagio sociale.  

Al centro delle discussioni nei tavoli sarà il Manifesto "The Future We Want",  l’agenda creata dei ragazzi e delle ragazze per l'avvenire post-COVID delle proprie comunità educanti. 

Saranno inoltre rese pubbliche le 14 Mappe delle comunità educanti, frutto del lavoro di mappatura, condotto dai giovanissimi, dei luoghi fisici e simbolici del proprio territorio che essi considerano “educanti”: mappe che potranno essere base per l’avvio di un processo collettivo verso i patti educativi territoriali.

Tutti i forum saranno online in diretta streaming sul canale YouTube dell'UNICEF Italia e sul profilo Facebook di Arciragazzi Nazionale.

Calendario e programma di tutti i webinar su www.unicef.it/lostineducation.  

Il video

Nell’ambito del progetto "Lost in Education" verrà diffuso nei prossimi giorni il video “Costruire comunità educanti insieme”, che racconta le attività realizzate finora, l’importanza di rispondere concretamente alla povertà educativa e come e quanto la pandemia di COVID-19 abbia influito non solo sul presente, ma anche sul futuro dei nostri ragazzi.

Il video sarà reso disponibile sul sito www.unicef.it  

Il progetto in dettaglio

Il progetto "Lost in Education" con l’UNICEF Italia come capofila in collaborazione con Arciragazzi (Nazionale, Sicilia, Liguria, Lazio, Lombardia, Taranto) e con ARCI Liguria, viene realizzato in 20 scuole secondarie di primo e secondo grado (13 Istituti comprensivi e 7 Scuole superiori) di 7 Regioni italiane (Lazio, Lombardia, Sicilia, Puglia, Liguria, Sardegna, Friuli Venezia Giulia).

Suo obiettivo è rendere questi ragazzi e ragazze, insieme con i loro genitori e insegnanti, consapevoli del cambiamento che possono operare nella società diventando essi stessi “pontieri” tra scuole e altri attori della comunità educante. 

La povertà educativa lede il diritto dei bambini e dei ragazzi ad avere una educazione di qualità: la realizzazione delle piene potenzialità dei minorenni è un “bene comune” e ne sono tutti responsabili. Si tratta di lavorare perché la comunità diventi educante, partendo dalle risorse di un luogo, sia in termini di servizi disponibili che di capitale sociale e umano.

Attraverso Il progetto "Lost in Education", l’UNICEF Italia e i partner intendono:  migliorare il benessere dei ragazzi e la loro capacità personale di percepirsi come attori trasformativi della propria comunità scolastica e di vita (soft skills di cittadinanza attiva); rafforzare la centralità della scuola come luogo educativo e aumentare il supporto della comunità educante; sviluppare una comunità educante in cui gli attori sociali siano capaci di riconoscere le proprie competenze educative e prendersi carico del processo educativo

Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org.   

04/11/2020

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama