Terremoto in Ecuador, dall'UNICEF primi aiuti umanitari

1 minuto di lettura

17/04/2016

17 aprile 2016- L'UNICEF ha appena fornito 20.000 compresse per la potabilizzazione dell'acqua a Pedernales, l’area dell’Ecuador maggiormente interessata dal terremoto che ha colpito il paese sudamericano nella notte tra sabato e domenica, provocando secondo le ultime notizie oltre 260 morti e oltre 500 feriti, oltre a ingenti danni alle infrastrutture.

Un team dell’UNICEF è operativo nelle aree colpite dal terremoto per valutarne l’impatto sui bambini e le prime necessità.  

I danni più gravi si sono verificati nelle località di Pedernales, Chone, Muisne, Bahía de Caráquez, Manta, Portoviejo, Esmeraldas e Guayaquil

L'UNICEF continuerà a lavorare con gli altri partner per fornire acqua, servizi igienici, assistenza sanitaria, protezione dell'infanzia oltre a kit scolastici e tende

La risposta all'emergenza include la prevenzione della diffusione di malattie, la protezione dei bambini che rischiano di essere separati dalle loro famiglie, fornendo loro supporto psico-sociale e opportunità di apprendimento temporaneo.

L'UNICEF avrà bisogno di 1 milione di dollari per soddisfare i bisogni immediati dei bambini colpiti dal terremoto.

17/04/2016

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama