Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS: i settori di intervento

2 minuti di lettura

16/11/2009

Mobilitare le risorse

Mobilitare le risorse internazionali necessarie a contrastare l'HIV/AIDS. Ciò non comporta soltanto un aumento significativo degli aiuti pubblici allo sviluppo in generale, ma anche un aumento delle quote di risorse stanziate per affrontare il problema specifico dell'HIV/AIDS e, in particolare, per proteggere, assistere, aiutare e curare i bambini colpiti dalla malattia.

 Promuovere la responsabilità sociale d'impresa

Aiutare le grandi imprese ad adottare delle politiche responsabili e dei programmi sociali per i lavoratori, i loro figli e le comunità locali. Molte compagnie che operano nei paesi con alti tassi di diffusione dell'HIV/AIDS hanno messo a punto dei programmi sociali per i dipendenti e per le loro famiglie. Tuttavia, il ruolo svolto dal settore privato nel proteggere i bambini dall'impatto dell'HIV/AIDS può andare oltre le politiche adottate al loro interno, per arrivare a toccare i rapporti che le aziende hanno con le comunità locali.

 Fare il possibile per rendere universale l'accesso ai farmaci

Fare pressioni sui governi, sui donatori e sulle organizzazioni internazionali e non governative, affinché tengano fede all'impegno di avvicinarsi il più possibile all'obiettivo di assicurare entro il 2010 l'universalità dell'accesso alle cure farmacologiche. Inoltre, aiutare i Paesi in via di sviluppo ad avere servizi sanitari adeguati e a basso costo, soprattutto per quanto riguarda la formulazione farmacologica e la diagnostica da adattare ai bisogni specifici dei bambini.

 Potenziare l'istruzione e i servizi sanitari

Potenziare le campagne per l'accesso all'istruzione e alle cure sanitarie, indurre i governi e le agenzie all'abolizione delle tasse scolastiche nelle scuole primarie e, laddove possibile, anche di quelle per il servizio sanitario. Sarà così possibile consentire a milioni di bambini di andare a scuola, di godere dei benefici derivanti da un ambiente sano e di ricevere le informazioni utili e necessarie per proteggersi dall'HIV/AIDS e dalle sue conseguenze.

 Mettere al primo posto l'assistenza e la protezione

Mettere al centro dell'agenda internazionale della lotta all'HIV/AIDS la protezione, l'assistenza, l'aiuto e la cura dei bambini, degli adolescenti e dei giovani. L'approccio di riferimento nell'assistenza e nella protezione di tutti i bambini, indipendentemente dal fatto che essi siano stati colpiti direttamente dall'HIV/AIDS, consiste nell'applicazione integrale della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dei suoi Protocolli opzionali.

16/11/2009

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama