Città Amiche dei bambini

Come diventare Città Amiche

Il percorso

Il Programma Citta Amiche è un percorso che l’UNICEF propone alle amministrazioni locali che vogliano costruire delle città a misura di bambini e adolescenti.

Il percorso è costituito da una serie di azioni che le amministrazioni si propongono di realizzare per ottenere l’accreditamento come Città Amiche.

Seguendo questo percorso, le amministrazioni comunali si impegnano a lavorare attraverso politiche che diano piena attuazione nel territorio alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia e dell’adolescenza, garantendo così che tutti gli aspetti legati alla vita dei minorenni nell’ambiente urbano vengano contemplati nelle politiche comunali.

Il percorso prevede un sistema di valutazione prestabilito e una serie di incontri periodici di monitoraggio tra amministrazione e UNICEF Italia.

L’accreditamento come Città Amica non si riferisce a uno "status quo", ma è il riconoscimento di un impegno in un processo di implementazione dei diritti, in continua evoluzione.

Cosa significa diventare Città Amica

Le fasi del percorso

Il percorso prevede diverse fasi: dopo la delibera di adesione e la firma del protocollo d’intesa inizia il percorso vero e proprio con la messa a punto di un coordinamento fra gli assessorati in modo che si possa procedere con un’analisi della condizione dei minorenni presenti sul territorio del Comune, i cui risultati saranno alla base dell’elaborazione di una strategia condivisa che conterrà le diverse azioni che l’amministrazione si propone di realizzare e confluirà nel documento di programmazione del comune (DUP). La creazione di un organismo di coordinamento fra amministrazione comunale e terzo settore permetterà di condividere la strategia con tutti i soggetti che sul territorio si occupano di bambini e ragazzi e di valutare le politiche e le azioni intraprese.

La partecipazione dei bambini e degli adolescenti è elemento essenziale del percorso: l’ascolto e il contributo dei ragazzi nella elaborazione dei diversi piani elaborati del comune, come modalità di lavoro. Un rapporto periodico permetterà di raccontare alla cittadinanza i progressi compiuti. Il monitoraggio e la valutazione si avvalgono di una griglia di 16 indicatori di processo. L’accreditamento come Città Amica dei bambini e degli adolescenti ha validità due anni e può essere rinnovato.

Documenti disponibili

Manuale Città Amiche dei bambinipdf / 3.99 Mb

Download

Come diventare Città Amiche - brochure 2021pdf / 2.04 Mb

Download

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama