Beckham, un'installazione per portare le voci dei bambini ai leader del mondo

5 minuti di lettura

23/09/2015

24 settembre 2015 – Un’installazione unica nel suo genere, che porta le voci dei bambini e dei giovani nel cuore dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è stata presentata oggi a New York dall'ex calciatore e Goodwill Ambassador dell'UNICEF David Beckham, insieme al Segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon, al Direttore dell'UNICEF Anthony Lake e a due ragazzi di 16 e 17 anni, tra gli animatori della piattaforma digitale dell'UNICEF dedicata ai giovani "Voices of Youth".

Mentre l'Assemblea Generale dell'ONU si accinge ad adottare domenica prossima gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals - SDG) - 17 traguardi, cuore dell'agenda  globale per i prossimi 15 anni - "Assembly of Youth" (l'Assemblea dei Giovani), un'installazione digitale appositamente creata per l'UNICEF da Google, sfrutta la tecnologia mobile e i social media per recapitare i messaggi personali di bambini e ragazzi da tutto il mondo direttamente ai leader mondiali.

I messaggi parlano delle sfide e delle minacce che i più giovani devono affrontare nelle proprie famiglie e comunità (comprese l'estrema povertà, la disuguaglianza, la violenza, le malattie più insidiose e i conflitti) ma esprimono anche le loro speranze per il futuro.

Beckham: tutti i bambini che ho incontrato nutrono le stesse speranze

Svelando l'iniziativa al pubblico stamattina, David Beckham - che pochi giorni fa aveva preso parte a un evento a New York sul tema della violenza contro i bambini - ha esortato i leader mondiali ad ascoltare questi messaggi - e ad agire per trasformare la vita di milioni di bambini, ponendo i bambini e i giovani più sfavoriti al centro di tutte le decisioni e investimenti della nuova agenda globale per lo sviluppo 2015-2030.

«Mi si spezza il cuore vedendo quali prove i bambini e i giovani in tutto il mondo devono affrontare ogni giorno» ha dichiarato Beckham, 
 
«Nelle mie missioni con l'UNICEF ho incontrato bambini e madri in Sudafrica che convivono con l'HIV, bambini delle Filippine sopravvissuti al super-tifone Haiyan, bambine e bambini vittime di abusi in Cambogia» ha proseguito Beckham nel suo intervento. 

«Qualunque sia la sfida che devono affrontare, tutti condividono la stessa speranza di un futuro migliore. E quest’anno noi abbiamo un’opportunità storica, ora che il mondo si concentra sui nuovi obiettivi globali, di rendere queste speranze realtà. per milioni di bambini

«Sogno un mondo in cui i bambini possano crescere al riparo da guerre, violenze, povertà e malattie evitabili. Un mondo in cui ogni bambino ha un'equa opportunità. Spero che tutti vorranno unirsi a me nel chiedere ai leader mondiali di mettere i bambini, in particolare quelli più svantaggiati, al centro dei nuovi obiettivi globali.» 
 
All'inizio del 2015 la popolare star del football inglese ha celebrato il 10° anno come Ambasciatore UNICEF dando vita a "7 - The David Beckham UNICEF Fund", un'iniziativa per raccogliere fondi e promuovere iniziative di sensibilizzazione per migliorare le condizioni di vita dei bambini più svantaggiati nel mondo. La app "Assembly of Youth" è solo l'ultima creazione del Fondo Beckham-UNICEF.. 

Equità e protagonismo per lo sviluppo delle nuove generazioni

«Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile parlano a tutti i popoli di tutti gli Stati, specialmente ai bambini» ha affermato nel suo discorso il Segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon«Le voci dei giovani hanno contribuito a formare la nuova, audace Agenda globale per il 2030. Adesso la comunità internazionale deve fare di più per coinvolgere i giovani nel raggiungimento degli obiettivi e nella costruzione di un mondo di pace, prosperità e giustizia per tutti, su un pianeta sano»
 
Nonostante i progressi compiuti verso la realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio 2000-2015, milioni di bambini sono ancora esclusi da questi benefici.

Quasi 6 milioni di bambini sotto i cinque anni muoiono ancora ogni anno per cause in gran parte prevenibili. 121 milioni di bambini e adolescenti non frequentano la scuola e molti altri milioni non ricevono una formazione di qualità accettabile.

I nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) offrono un'opportunità senza precedenti per estendere il progresso a tutti i bambini, ma questo avverrà solamente se intervenire sui bambini più svantaggiati e vulnerabili diventerà una priorità politica
 
«Se non investiamo nei bambini più svantaggiati fin dai primissimi anni della loro vita, continueremo a vedere ripetersi anche nella prossima generazione la stessa povertà e le stesse diseguaglianze che dividono e destabilizzano il nostro mondo oggi, privandoci delle potenzialità di così tanti giovani» ha aggiunto il Direttore dell'UNICEF Anthony Lake«Se vogliamo realizzare gli obiettivi di domani, dobbiamo di ascoltare i bambini e i giovani oggi. Chi meglio dei bambini e dei giovani può conoscere i loro bisogni? E dobbiamo fare di più che semplicemente ascoltare le loro voci: dobbiamo prestare loro la massima attenzione».

I dati visualizzati nell'installazione inaugurata oggi al Palazzo di Vetro sono estratti da U-Report, una piattaforma basato sugli SMS gratuiti, che permette a giovani di tutto il mondo di discutere delle questioni che li riguardano e di ciò che avviene nelle loro comunità.

Altri dati derivano dai messaggi postati dai giovani attraverso i social media dell'UNICEF.  

Condividi anche tu le tue opinioni e le speranze per i bambini in tutto il mondo attraverso "Assembly of Youth",  La tua voce sarà aggiunta a quelle mostrate dall'installazione per ricordare ai leader mondiali che i bambini devono essere al centro della nuova agenda globale.

23/09/2015

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama