"Terreferme": in famiglia non si è mai stranieri

3 minuti di lettura

28/11/2019

"Terreferme" nasce dalla collaborazione tra l'UNICEF, il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) e l'Autorità Garante per l'infanzia del Comune di Palermo. 
Il progetto è stato avviato in forma sperimentale nel maggio 2017 per promuovere l'accoglienza in famiglia per minorenni migranti e rifugiati arrivati da soli in Italia. 

"Terreferme" mette in relazione,  a seguito di un percorso di pre-abbinamento, i minorenni accolti nelle strutture di prima e seconda accoglienza in Sicilia e le famiglie affidatarie delle reti CNCA in Veneto e Lombardia

Il progetto prevede l'avvio di 50 percorsi di affido familiare e la definizione di linee guida. 

Al via gli incontri online di presentazione di Terreferme, il programma UNICEF e CNCA sull’affidamento familiare

Partono gli aperitivi on-line di presentazione del programma "Terreferme " di affidamento familiare condotto da UNICEF in collaborazione con CNCA, con il supporto dell’Unione Europea.

Il percorso, nato da un’intesa tra le due organizzazioni, in collaborazione con una rete istituzionale di soggetti tra cui il Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza della città di Palermo, sarà sperimentato e documentato nel corso del 2021 nell’ambito del programma europeo di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale Child Guarantee.

Gli incontri online saranno un’occasione per saperne di più sul percorso di formazione per diventare famiglie affidatarie di bambini e adolescent italiani, migranti e rifugiati. I percorsi formativi sono invece percorsi più articolati rivolti a chi è interessato ad approfondire la tematica, alle famiglie e single che desiderano sperimentarsi nel sostegno e nell’accoglienza di minorenni migranti soli e ad operatori pubblici e del privato sociale che si occupano del sistema di welfare e accoglienza. Fornendo alcuni strumenti, di carattere generale e pratico, per comprendere meglio il fenomeno e le caratteristiche specifiche di queste storie di viaggio e il supporto che puo’ dare una famiglia affidataria.

Per questo il primo incontro affronta la tematica a livello generale e offre i primi strumenti per sperimentare la relazione con ragazze e ragazzi migranti. I successivi tre incontri approfondiscono lo strumento dell’affido familiare offrendo una ‘cassetta degli attrezzi’ per chi desidera sperimentarsi nell’accoglienza, nelle varie forme di sostegno o per chi vive l’affido nel sistema dei servizi di supporto. Si chiude il percorso con il racconto e la testimonianza dei protagonisti dell’accoglienza, famiglie, ragazze, ragazzi e operatori.

La partecipazione è libera, è possibile iscriversi al link questo link

Seguirà un corso di formazione per chi vorrà continuare il percorso con inizio il 26 febbraio.

Seguiranno altri aperitivi online con date riproposte ogni mese e altre due sessioni di formazione a metà 2021 e a fine anno.

Documenti disponibili

Aperitivo Terreferme - 2021pdf / 890 kb

Download

Formazione Terreferme - 2021pdf / 880 kb

Download

28/11/2019

News ed Aggiornamenti