"Terreferme": in famiglia non si è mai stranieri

3 minuti di lettura

28/11/2019

"Terreferme" nasce dalla collaborazione tra l'UNICEF, il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) e l'Autorità Garante per l'infanzia del Comune di Palermo. 
Il progetto è stato avviato in forma sperimentale nel maggio 2017 per promuovere l'accoglienza in famiglia per minorenni migranti e rifugiati arrivati da soli in Italia. 

"Terreferme" mette in relazione,  a seguito di un percorso di pre-abbinamento, i minorenni accolti nelle strutture di prima e seconda accoglienza in Sicilia e le famiglie affidatarie delle reti CNCA in Veneto e Lombardia

Per saperne di più visita la sezione dedicata al progetto sul sito di CNCA 

Oggi, attraverso il Child Guarantee l’UNICEF sta testando e ampliando il lavoro iniziato nel 2017 con "Terreferme", il programma di affido familiare nato in Italia per sostenere l'inclusione di giovani migranti come Zizzo e Mamajang, fornendo loro un ambiente familiare sicuro."

La storia di Mamajang

Nel 2016, il tredicenne Mamajang è diventato uno delle migliaia di minori stranieri non accompagnati che sono fuggiti dai conflitti e dalla povertà nei loro Paesi d'origine.  Sperando in migliori opportunità, ha affrontato il pericoloso viaggio verso l'Italia. Ha attraversato l'Africa occidentale, il deserto del Sahara e la Libia. Quando è arrivato a Palermo, la città più grande della Sicilia, è stato ospite di un centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati, dove ha passato quasi due anni. 

Nel 2019, attraverso il programma Terreferme
, attuato nell'ambito dell'azione preparatoria del Child Guarantee europeo per la salvaguardia dei minori vulnerabili, è iniziato il suo percorso in famiglia affidataria. Si è trasferito in un piccolo paese del Nord Italia per vivere con Desjrè e Mauro. 

Leggi la sua storia

Mamajang e la sua nonna adottiva chiacchierano mentre servono tagliatelle al ragù per il pranzo di famiglia

28/11/2019

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama