20 novembre 2021: celebriamo la Giornata Mondiale dell'Infanzia

9 minuti di lettura

19/11/2021

Oggi, 20 novembre, è la Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza! 

L'UNICEF celebra ogni anno questa giornata di azione globale, fatta dai bambini per i bambini, per diffondere consapevolezza sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza venne infatti siglata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 introducendo una nuova visione delle bambine e dei bambini: non più come oggetto di cura, ma come soggetti di diritto.

Nonostante sia il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato al mondo, con 196 Stati Parte, ancora oggi troppi bambini vedono negati i loro diritti ad assistenza sanitaria, nutrizione, istruzione e protezione adeguati.

La pandemia di COVID-19 ha messo in luce ancora di più queste diseguaglianze: dal cambiamento climatico, all'istruzione e alla salute mentale, fino alla fine del razzismo e della discriminazione, i bambini e i giovani stanno alzando la voce sulle questioni che interessano la loro generazione e chiedono agli adulti di creare un futuro migliore.

Bambine e bambini prendono il posto degli adulti

La Goodwill Ambassador dell’UNICEF, Millie Bobby Brown, ha partecipato a un nuovo video per assicurarsi che gli adulti prendano in considerazione ciò che dicono i bambini in occasione del 20 novembre. Come lei, ogni anno, personaggi influenti del mondo dello spettacolo, dello sport e delle aziende e leader dei governi, si mobilitano affinché i bambini "prendano il loro posto" in ruoli di alto profilo per evidenziare questioni che sono importanti per la loro vita.

Com'è essere bambini oggi?

Secondo un nuovo sondaggio internazionale dell'UNICEF e di Gallup, i bambini e i giovani sono quasi il 50% più inclini rispetto alle generazioni più anziane a pensare che il mondo stia diventando un posto migliore di generazione in generazione. Il sondaggio, The Changing Childhood Project, è il primo del suo genere a chiedere a diverse generazioni il proprio sguardo sul mondo e com'è essere un bambino oggi. Sono stati intervistati più di 21.000 persone in due fasce di età (15-24 anni e 40 anni e oltre) in 21 paesi.

I giovani (39%) sono in media quasi due volte più propensi degli adulti (22%) a sentirsi parte del mondo, rispetto alla propria nazione o zona. Con ogni anno in più di età, le persone hanno in media circa un punto percentuale in meno di probabilità di identificarsi come cittadini globali. L'indagine rileva che i giovani sono anche più propensi a pensare che l'infanzia stessa sia migliorata, con una maggioranza schiacciante che crede che l'assistenza sanitaria, l'istruzione e la sicurezza fisica siano migliori per i bambini di oggi che per la generazione dei loro genitori.

Eppure, nonostante il loro ottimismo, sono tutt'altro che ingenui, manifestano inquietudine per l'azione sul cambiamento climatico, scetticismo sulle informazioni che ricevono sui social media e lottano con sentimenti di depressione e ansia.

In Italia: tante iniziative a favore dell'infanzia

Come ogni anno, in occasione del 20 novembre, sono tante le iniziative locali che l'UNICEF organizza tramite i Comitati Regionali e Provinciali. 

A Brescia il 20 novembre, presso CINEMA NUOVO EDEN si terrà il Convegno "Salute ed educazione ai tempi del COVID-19" organizzata dal comitato UNICEF di Brescia in collaborazione con ASST Spedali Civili di Brescia. A Padova in occasione del 20 novembre, presso il Parco Esperanto, si celebra la giornata internazionale dei Diritti dell’infanzia e la festa dell’albero: attraverso la Tombola e i giochi dei Diritti verranno coinvolti tanti bambini e famiglie su temi dell'Infanzia. 

A Bologna, il 23 novembre presso la Sala Borsa, verrà inaugurata la mostra “I sogni dei Bambini: disegni, poesie e frasi che descrivono i sogni e le speranze dei ragazzi durante il lungo e complesso periodo del lockdown. La mostra sarà aperta fino al 4 dicembre. A Modena, il Comitato Provinciale dell'UNICEF ha promosso alcune significative iniziative: scoprile su questa pagina.

A Prato la Presidente dell’UNICEF Italia Carmela Pace è intervenuta lo scorso 18 novembre alla cerimonia di apertura della Mostra fotografica “Bambini del mondo” di Thomas Billhardt, uno dei più importanti fotoreporter contemporanei, visitabile fino al 2 dicembre. A Marina di Pisa il 20 e 21 Novembre, il Comitato Provinciale UNICEF promuove l’evento “Il Ruolo del Gioco” curato dai giovani master dell’associazione The Agency, fiancheggiati dai ragazzi e ragazze Younicef e della Croce Rossa di Pisa

A Potenza, sempre nella giornata del 20 novembre nell'ambito dell’accordo di programma “La Basilicata in marcia per la cultura” si terrà presso la Pinacoteca dell’Istituto Comprensivo Domenico Savio, la manifestazione “Grande Festa d’amore per un Mondo migliore” con la presentazione del relativo manifesto. 

Questo è un elenco non esaustivo delle numerose iniziative programmate per celebrare la Giornata Mondiale dell'Infanzia: scopri quali sono quelle più vicine a te a questo link

I diritti dei bambini e lo sport

Il 18 novembre, l’ACF Fiorentina, in collaborazione con l’UNICEF, ha lanciato il framework di Child Safeguarding per la tutela del benessere dei calciatori e delle calciatrici minorenni, che mira a rendere le bambine, i bambini e gli adolescenti protagonisti nello sport, a dar voce ai loro diritti e a renderli partecipi dei processi decisionali che li riguardano. Il Framework rappresenta un richiamo al senso di responsabilità personale e un riferimento per tutti coloro che, nel mondo dello sport, si trovano a relazionarsi con i bambini, promuovendo pratiche virtuose e fornendo indicazioni utili alla segnalazione di eventuali violazioni.

Un'altra interessante iniziativa coè stata siglata dalla FIGC Lega Nazionale Dilettanti Lombardia e Associazione Italiana Arbitri Lombardia in collaborazione con UNICEF Lombardia. Il 20 e 21 novembre all'inizio delle partite in oltre 1300 campi di calcio in Lombardia verrà dedicato 1 minuto di attenzione alla Giornata Internazionale dell'Infanzia. 


Go Blue: i luoghi più significativi delle città si illuminano di blu per ricordare i Diritti dell'Infanzia

Il 20 novembre diverse città italiane hanno deciso di tingersi di blu per ricordare i Diritti dei Bambini e della Bambine: a Lodi si colorerà la famosa Torre Zucchettiun grattacielo di 14 piani alto 60 metri; a Bergamo la Porta San Giacomo sulle mura venete della Città Alta; a Modena verrà illuminata la Fontana dei due Fiumi del Graziosi in Piazza Garibaldi mentre a Genova sarà issata sul Palazzo del Tribunale per i minorenni la bandiera dell'UNICEF e sullo sfondo, la Lanterna, simbolo della città, sarà illuminata di blu ad indicare la rotta sicura.  

Infine anche a Firenze il Loggiato dell’Istituto degli Innocenti in piazza Santissima Annunziata e le porte storiche della città si illumineranno di blu, mentre a Torino verranno illuminate la Cupola della Cappella della Sindone, i Palazzi della Giunta Regionale, del Consiglio Regionale, di palazzo Civico e della Caserma dei Vigili del Fuoco. 

UNICEF e RAI RAGAZZI per i Diritti dell'Infanzia

Nell’ambito della programmazione dedicata da RAI Ragazzi su Rai Gulp e Rai Yoyo e su RaiPlay, l’UNICEF ha collaborato realizzando uno spot sui diritti dell’infanzia diretto da Nicola Campiotti.

Il 20 novembre, nell’ambito della programmazione di Rai Gulp, L’UNICEF ha patrocinato e promosso due dei tre film che verranno trasmessi in esclusiva e prima visione, dedicati diritti dei bambini.

Alle 19.55 sarà proposto “Mila”, film d’animazione di Cinzia Angelini, sul tema dei bambini durante la guerra. Da sempre l’orrore e il dolore delle guerre, ricorda l’UNICEF, ricadono sui più vulnerabili, soprattutto i bambini. Molti di loro non conoscono la pace perché sono nati e cresciuti in un paese in guerra. Ogni bambino ha diritto alla pace, unica chiave d’ingresso alla libertà per crescere sereno in un mondo più giusto.

Alle 20.40 spazio alla prima visione del film “Il diritto alla felicità” di Claudio Rossi Massimi, con Remo Girone, Corrado Fortuna, Federico Perrotta, Pino Calabrese, Annamaria Fittipaldi, Lapo Braschi, Biagio Iacovelli, Valentina Olla e il piccolo Didie Lorenz Tchumbu. Il film – dedicato all’UNICEF- racconta una storia di amicizia, integrazione e soprattutto amore per gli uomini e la loro storia.

19/11/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama