[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

La nostra advocacy

Pakistan - ©UNICEF/NYHQ2011-1404/Page
Pakistan - ©UNICEF/NYHQ2011-1404/Page

L’advocacy rappresenta l’insieme di attività tramite le quali l’UNICEF promuove leggi, politiche, prassi ed influisce sull’allocazione di risorse da parte delle istituzioni pubbliche a sostegno della realizzazione dei principi contenuti nella Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e dei suoi tre Protocolli opzionali:.

I principi sanciti dalla Convenzione costituiscono il riferimento costante e le basi di ogni intervento dell’UNICEF in Italia e nel mondo.  Attraverso le attività di advocacy, si mira al miglioramento della legislazione internazionale, all’adeguamento di quella nazionale, all’inserimento nell’agenda politica dei temi legati ai diritti di bambini e degli adolescenti.

L’azione di advocacy richiede uno scambio e una collaborazione costante con il mondo delle istituzioni nazionali, locali, con la società civile e con una molteplicità di soggetti appartenenti a diverse realtà. Fondamentale per il raggiungimento di obiettivi importanti è, infatti, la costruzione di reti con istituzioni ed associazioni che condividono gli stessi principi e si impegnano per gli stessi traguardi.

Nel 2019, l’UNICEF Italia ha intensificato il lavoro di relazioni istituzionali per rafforzare una fitta rete di collaborazione attiva su tutto il territorio nazionale. 

Tale attività ha portato, tra l'altro, alla stesura di numerosi protocolli istituzionali, fra i quali ricordiamo:

Per quanto riguarda attività di lobby istituzionale nell'ambito del programma “One UNICEF Response” per i minorenni migranti e rifugiati in Italia, si è lavorato con particolare attenzione all'adozione dei decreti di attuazione previsti dalla legge 47/2017 sulla protezione dei minorenni stranieri non accompagnati, sostenendo tutori volontari e famiglie affidatarie

L’UNICEF ha proseguito nel 2019 il lavoro sulla partecipazione di bambini, bambine e adolescentinella tutela dei propri diritti, grazie alla continuazione del progetto “Child Participation Assessment Tool” in collaborazione con il Consiglio d’Europa e il Comitato Interministeriale per i Diritti Umani (CIDU), e ha partecipato al Gruppo di lavoro sulla CRC, con l’obiettivo di monitorare l’attuazione in Italia della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza  - CRC nel suo acronimo internazionale. 

Nell'ambito delle celebrazioni del 30° anniversario dell'approvazione della Convenzione, l’UNICEF ha lanciato la campagna #fattisentire, per analizzare la percezione nel nostro paese di questo fondamentale trattato sui diritti umani. 

In occasione del 20 novembre, Giornata mondiale dell'infanzia e dell'adolescenza, l’UNICEF ha organizzato una manifestazione (#kidsTakeOver) che ha visto bambini e ragazzi prendere simbolicamente il posto degli adulti in luoghi istituzionali e non di tutto il paese, inclusa la Presidenza della Repubblica e la Camera dei Deputati.